Un vero e proprio harakiri quello della Roma contro lo Spezia. In avvio dei tempi supplementari del match valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia, la squadra di Fonseca nel giro di poco più di 40 secondi si è ritrovata in 9. Il motivo? La doppia espulsione a strettissimo giro di Gianluca Mancini prima e Pau Lopez poi. Una doppia ingenuità colossale per il difensore e il portiere della squadra di Fonseca.

Roma, due espulsioni in 40 secondi contro lo Spezia

La Roma sembrava aver rimesso il match sui binari giusti contro lo Spezia, dopo essersi ritrovata sotto di due gol in avvio. Le reti di Pellegrini prima e Mkhitaryan poi hanno permesso di rispondere a quelle di Galabinov e Saponara, con la partita scivolata ai supplementari. In avvio di extra-time però ecco l’imprevedibile: nel giro di 30 secondi la squadra di Paulo Fonseca si è ritrovata con una doppia inferiorità numerica, a causa delle espulsioni di Gianluca Mancini prima e di Pau Lopez dopo.

Perché Mancini e Lopez sono stati espulsi in Roma-Spezia

Il difensore ex Atalanta è stato il primo a lasciare il campo. Mancini ha incassato il secondo giallo per un intervento duro su Acampora, con il direttore di gara molto vicino all'azione che non ha avuto esitazioni nel sanzionare. Nessuna protesta da parte del numero 27 che ha lasciato il campo con la testa bassa. Sugli sviluppi del calcio di punizione, dopo una manciata di secondi, cartellino rosso diretto invece per Pau Lopez. L'estremo difensore ha sbagliato i tempi dell'uscita travolgendo letteralmente fuori area Piccoli. Anche in questo caso nessun dubbio da parte dell'arbitro che ha spedito negli spogliatoi Lopez che ha provato inutilmente a protestare. Un doppio rosso a dir poco lampo.