13 CONDIVISIONI

Luis Alberto spiega le difficoltà della Lazio: “L’Olimpico fa un po’ schifo, sembra pallavolo”

Luis Alberto ha spiegato in un’intervista le difficoltà incontrate dalla Lazio nelle ultime partite e dà la colpa all’Olimpico: “Il campo fa un po’ schifo, rimbalzava troppo, come fosse pallavolo e non calcio”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Fabrizio Rinelli
13 CONDIVISIONI
Immagine

La Lazio sarà impegnata alla ripresa del campionato contro la Salernitana allo stadio Arechi. Un match importante per il presidente Claudio Lotito che è stato per anni proprietario anche del club campano e che vorrà riscattare anche il ko della passata stagione rifilato dai granata ai biancocelesti all'Olimpico. Gara fondamentale però soprattutto per la classifica della squadra di Sarri che farà leva soprattutto sui giocatori di maggiore esperienza e spessore come Immobile, Felipe Anderson, Zaccagni e Luis Alberto.

Quest'ultimo ha parlato del momento della Lazio e in generale anche della sua carriera ai microfoni di Lazio Style Radio. "Siamo fiduciosi, anche se arriva un calendario tosto senza sosta fino a marzo – ha spiegato lo spagnolo che ha poi raccontato anche le difficoltà di inizio stagione in campionato – Il nostro gioco nelle ultime due o tre partite è stato anche penalizzato". Il giocatore, così come Sarri, ha puntato il dito contro il terreno di gioco dell'Olimpico: "Era come se non stessimo giocando a calcio".

"Il nostro gioco in queste ultime due o tre gare è stato anche penalizzato, perché il campo fa un po’ schifo, è stato difficile dal punto di vista tecnico – ha spiegato il giocatore sottolineando prprio questo dato a dir poco importante – Il pallone rimbalzava troppo, come fosse pallavolo e non calcio. Però per esempio contro il Sassuolo l’abbiamo vinta con la pressione alta". Luis Alberto però sa che il rendimento di alcuni compagni deve migliorare: "Nel momento in cui Ciro tornerà al 100% ci darà tutto quello che ci ha dato in questi anni, mentre Zaccagni deve impararlo al meglio perché sa che con quel movimento può far molto male agli avversari".

Luis Alberto ha poi parlato anche di una questione importante di cui si discute nel corso degli ultimi mesi. Una polemica sul calcio di oggi fitto di impegni, con un calendario pieno e che spesso pare faccia solo gli interessi di qualcuno dimenticandosi della passione, del tifo e del calore dei tifosi: "Non solo la gente, ma anche noi ci stiamo un po’ annoiando del nuovo calcio – ha spiegato il giocatore biancoceleste – È più difficile oggi vedere un Del Piero, un Iniesta, uno Zidane. Così il calcio diventa noioso".

13 CONDIVISIONI
Luis Alberto è netto su Felipe Anderson dopo Lazio-Napoli: "Lui mi fa inca**are troppo"
Luis Alberto è netto su Felipe Anderson dopo Lazio-Napoli: "Lui mi fa inca**are troppo"
Zirkzee guida la rimonta del Bologna in casa della Lazio: i rossoblù restano in scia dell'Atalanta
Zirkzee guida la rimonta del Bologna in casa della Lazio: i rossoblù restano in scia dell'Atalanta
Sabatini fa un passo indietro e chiede scusa a Inzaghi: "Non l'ho aiutato nel momento di difficoltà"
Sabatini fa un passo indietro e chiede scusa a Inzaghi: "Non l'ho aiutato nel momento di difficoltà"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni