Quindici vittorie, 4 pareggi e nessuna sconfitta per un totale di 49 punti raccolti. Sono 48 i gol segnati, 17 quelli subiti con una differenza reti di +31. Dall'Inter all'Inter… è come se il campionato della Lazio fosse iniziato alla sesta giornata, dopo la sconfitta per 1-0 subita a San Siro (segnò D'Ambrosio). Da allora nessun altra squadra è stata capace di tenere il passo dei biancocelesti, nemmeno la Juventus ha retto il confronto: 3 le battute di arresto dei bianconeri (di cui una proprio contro la formazione di Simone Inzaghi), ancor peggio per i nerazzurri che in quel lasso di tempo perdono ancor più terreno (-10 punti rispetto ai capitolini).

E' l'ennesimo dato che spinge a pensare come questa Lazio, finalmente, possa raccogliere qualcosa di veramente importante in campionato. In una stagione in cui si è presa già il merito di una Supercoppa Italiana vinta in Qatar ai danni dei bianconeri di Cristiano Ronaldo, i capitolini adesso puntano dritti su un tricolore che è autentico miraggio dal lontano 2000 (il secondo nella storia della società). Segnale che i tempi sono maturi, per un progetto tecnico che era iniziato in sordina nel 2016, quando Simone Inzaghi – proveniente dalle esperienze tra i ragazzi del club – fu scelto, dopo l'esonero di Stefano Pioli, per la panchina della prima squadra che non ha più abbandonato.

La stagione celeste ha subito una svolta fondamentale dall'indomani della sconfitta di San Siro contro l'Inter. Era fine settembre 2019, con i nerazzurri che sfruttarono al massimo la rete dell'esterno difensivo e di una serata fenomenale di capitan Handanovic. Ma quel ko, diede convinzione maggiore ad un gruppo in grado di raccogliere ad oggi più punti di tutti. Se si dovesse infatti guardare la classifica dalla sesta giornata in poi, la Lazio sarebbe incontrastata prima, con 5 lunghezze dalla Juve, seconda, e ben 10 sull'Inter, terza. E, Atalanta a parte, vanterebbe anche il miglior attacco e, soprattutto, la miglior difesa (con soli 17 reti subite). Ulteriori elementi di solidità che fanno della Lazio una seria e concreta pretendente al titolo finale.