87 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

L’immagine di Bonucci allo Stadium divide la Juventus: seduto in disparte a guardare i compagni

C’era anche Leonardo Bonucci allo Stadium in occasione dell’amichevole tra la Juventus e la Next Gen di Brambilla. Il difensore bianconero è fuori rosa ed è apparso in tribuna in disparte a guardare i compagni.
A cura di Fabrizio Rinelli
87 CONDIVISIONI
Immagine

La comunicazione di Giuntoli e Manna arrivata dopo un incontro di persona nella sua residenza estiva. Lo stupore di un giocatore che sa di aver dato tutto alla Juventus. È un po' il riassunto dell'estate inaspettata che sta vivendo Leonardo Bonucci nella sua Vecchia Signora. Ultimo anno di contratto che forse pensava di onorare al meglio chiudendo la carriera – probabilmente – con la maglia bianconera che porta nel cuore sin dal primo giorno in cui ha messo piede nell'universo Juve. Bonucci appenderà le scarpette al chiodo a fine stagione ma di certo non si aspettava di essere messo fuori rosa da Allegri. Un trattamento che di solito non si riserva a giocatore definiti "leggende".

Meritava un finale di tutt'altro spessore con l'ovazione del popolo bianconero come accaduto con i vari Barzagli, Chiellini, Buffon e anche Dybala. Già, perché Bonucci è stato uno degli artefici della rinascita Juve targata Conte e poi Allegri. Baluardo della BBC in difesa ha incarnato da sempre e alla perfezione il ruolo di leader e trascinatore di una squadra e di una maglia che ha difeso con le unghie e con i denti da avversari e di chiunque si azzardasse a criticarla. Oggi però quella Juve gli ha voltato le spalle. Allo Stadium ieri è apparso senza indossare i colori sociali della società, nulla col marchio Juve ma solo una maglia bianca neutrale mentre con un volto rammaricato osserva giocare i suoi compagni.

Il popolo bianconero sui social si è diviso sin da subito. Diversi sostenitori hanno criticato la società per la gestione di questa vicenda. L'immagine che ne viene fuori è quella di un giocatore apparso solo e distante dai compagni seduti sulle panchine dell'Allianz incastonate tra i gradoni dello stadio. Si è prima intrattenuto con alcuni tifosi che gli hanno chiesto un autografo dopo averlo visto entrare allo stadio per poi sedersi e osservare tutti da vicino esaltando sui social anche Kaio Jorge autore di una tripletta dopo quasi due anni di recupero da un terribile infortunio: "Contentissimo per te Kaissimo. Chi non molla alla fine vince".

Il giocatore però si è anche riservato uno spazio personale per pubblicare un altro post su Instagram. Parole di delusione con tanto di foto allegata di lui a firmare autografi con i tifosi della Juve: "Qui ho imparato, combattuto e sognato, tanto. Più di quanto pensavo fosse possibile. La realtà di oggi, in un luogo che al di là di tutto continuo a percepire come casa, continua ad insegnarmi quanto l’amore e l’affetto possano arrivare oltre a situazioni imposte. Grazie a voi tutti juventini, dal primo giorno, fino ancora ad oggi!".

Diversi sostenitori della Juventus, vedendo l'immagine di un Bonucci in disparte e lontano dalla squadra per volere dell'allenatore, hanno sottolineato tutto il loro disappunto per una decisione che forse andava presa in altro modo. Ecco, proprio i tempi e le modalità con il quale sono state comunicate queste decisione a colui il quale era il capitano della Juve, non sono piaciute. Nel frattempo il procuratore di Bonucci, Lucci, poco prima della fine di luglio, ha sottolineato come il giocatore non pensi ora a un futuro lontano da Torino, nonostante non rientri nei piani tecnici della Juventus. Vuole essere utile fino alla fine, proprio come il motto dei bianconeri recita, sperando che Allegri prima o poi possa avere bisogno di lui e rispondere "presente".

87 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views