888 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

L’IFAB annuncia una nuova regola del calcio: “L’arbitro alzerà la mano e conterà con le dita”

L’ente che è unico depositario del regolamento del gioco del calcio e dei suoi cambiamenti ha annunciato una nuova regola che cercherà di risolvere il problema delle perdite di tempo durante le partite: “L’arbitro alzerà la mano e conterà con le cinque dita”.
A cura di Paolo Fiorenza
888 CONDIVISIONI
Immagine

Bocciato il cartellino blu dopo la ferma opposizione del presidente della FIFA Gianni Infantino ("non verrà utilizzato a livello d'élite, questo è un argomento che per noi non esiste e penso che la FIFA abbia voce in capitolo"), l'IFAB – ovvero l'ente che è l'unico depositario del regolamento del gioco del calcio e dei suoi cambiamenti – ha fatto marcia indietro sulle espulsioni a tempo per i falli tattici e le proteste eccessive, ma ha annunciato un'altra nuova regola, che andrà come sempre testata a livelli inferiori prima di essere recepita ufficialmente. Si cercherà di impedire le perdite di tempo dei portieri, facendo applicare una norma invero già esistente ma opportunamente modificata per togliere quella pressione – derivante dalla sanzione molto pesante – che finora suggeriva ai direttori di gara di chiudere un occhio.

Quante volte vediamo un arbitro fischiare un fallo al portiere per aver tenuto in mano il pallone per più di 6 secondi? Praticamente mai. Eppure questa regola esiste e durante ogni partita di casi così se ne vedono tanti, altro che 6 secondi prima di liberarsi del pallone tra le mani… Il punto è che allo stato attuale questo comportamento dei portieri è punito con un calcio di punizione indiretto in area, ovvero una sanzione che dà all'altra squadra una grande occasione da rete e può condizionare pesantemente il risultato della partita.

Le proteste nei confronti dei portieri che tengono parecchio tempo la palla in mano sono quasi sempre vane
Le proteste nei confronti dei portieri che tengono parecchio tempo la palla in mano sono quasi sempre vane

La norma in questione è la numero 12 del regolamento del gioco del calcio, che al comma 2 recita: "Un calcio di punizione indiretto è assegnato se un portiere, all'interno della propria area di rigore, commette una delle infrazioni seguenti: controlla il pallone con le mani / braccia per più di sei secondi prima di spossessarsene".

Il Comma 2 della Regola 12 del gioco del calcio
Il Comma 2 della Regola 12 del gioco del calcio

È davvero molto raro che un arbitro si assuma una responsabilità di questo tipo ed allora l'International Football Association Board ha pensato ad un paio di correttivi: aumentare il numero dei secondi concessi ai portieri per tenere la palla in mano e al contempo rendere meno afflittiva la sanzione. La modifica alla regola è stata annunciata sabato scorso a Loch Lomond in Scozia, dove si è tenuta l'assemblea generale annuale dell'IFAB, che ha anche confermato che le sostituzioni per le commozioni cerebrali verranno introdotte in modo permanente, anche se tre anni di test hanno mostrato che è stata effettuata una media di una sostituzione per competizione in ogni stagione, dunque con un'applicazione molto bassa della norma in questione.

Secondo la nuova regola relativa alle perdite di tempo dei portieri, che potrà essere sperimentata dalla prossima stagione in qualsiasi competizione diversa dalle prime due divisioni dei campionati nazionali, i portieri potranno trattenere la palla per 8 secondi anziché i tradizionali 6. Negli ultimi 5 secondi, tuttavia, l'arbitro alzerà la mano e conterà con le cinque dita per avvisare l'estremo difensore di quanto tempo gli rimane per lasciare andare la sfera dalle mani.

Quanto alla nuova sanzione al posto del calcio di punizione indiretto in area, i test che saranno svolti vedranno due ipotesi nel caso il portiere trattenga il pallone tra le mani oltre gli 8 secondi: la squadra avversaria avrà una rimessa laterale in linea col dischetto del rigore oppure un calcio d'angolo. Sarebbe insomma una decisione con meno impatto sullo svolgimento della partita, invogliando gli arbitri a prenderla con meno timore rispetto all'attuale regola che praticamente non viene mai applicata.

Qualora passi la nuova regola, i portieri faranno bene a liberarsi velocemente del pallone
Qualora passi la nuova regola, i portieri faranno bene a liberarsi velocemente del pallone

L'amministratore delegato della Federcalcio scozzese, Ian Maxwell, membro del consiglio direttivo dell'IFAB, ha spiegato esattamente questo: "Abbiamo notato una tendenza crescente nel tempo che si perde durante il gioco e quella del pallone tra le mani del portiere è un'occasione in cui questo accade. È sicuramente una situazione difficile da gestire secondo le regole attuali per gli arbitri, perché dare un calcio di punizione indiretto in area è incredibilmente difficile per loro. Quindi stiamo cercando di aumentare quel tempo a 8 secondi. L'arbitro alzerà la mano per segnalare gli ultimi 5 secondi, in modo che tutti coloro che giocano e gli spettatori nello stadio ne siano consapevoli. Valuteremo l'impatto che avrà e speriamo che ciò significhi aumentare il numero di minuti giocati".

L'amministratore delegato della FA inglese, Mark Bullingham, dal canto suo ha affermato che le dita alzate dall'arbitro potrebbero diventare un elemento che fa presa sul pubblico e che è importante provare nuove idee: "Vedrete il pubblico reagire ed anche gli altri giocatori. La realtà è che queste cose sono prove, se non funzionano non saranno implementate".

888 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views