9 Gennaio 2022
14:45

L’assurdo paradosso del Chester: ha sede in Inghilterra ma viola le norme anti-Covid del Galles

Paradossale situazione per la squadra inglese del Chester accusata dalla polizia di aver violato le norme anti-Covid del Galles per quanto riguarda l’accesso del pubblico allo stadio: il club ha infatti il parcheggio e la biglietteria dello stadio in Inghilterra mentre l’impianto che ospita le partite è sul suolo gallese.
A cura di Michele Mazzeo

Situazione paradossale quella in cui si è ritrovata la squadra del Chester FC che milita in National League North (la sesta divisione inglese). La compagine con sede nella cittadina inglese è stata accusata dalla polizia gallese per aver violato i regolamenti anti-Covid dello stato britannico facendo entrare il pubblico allo stadio (circa 2mila persone) nelle due partite di campionato disputate durante il periodo festivo.

Il problema nasce dal fatto la città di Chester è attraversata dal confine che separa l'Inghilterra dal Galles e si è accertato che il parcheggio e la biglietteria dello stadio si trovano sul territorio inglese mentre l'impianto che ospita le tribune e il terreno di gioco si trova invece su suolo gallese. E dal fatto che i due stati del Regno Unito al momento regolamentano in maniera diversa l'accesso degli spettatori allo stadio durante le partite: mentre in Inghilterra non ci sono limiti di partecipazione del pubblico agli eventi, in Galles invece può partecipare alle manifestazioni sportive un numero massimo di 50 persone.

La ricostruzione grafica del confine tra Inghilterra e Galles a Chester fatta dal Daily Mail
La ricostruzione grafica del confine tra Inghilterra e Galles a Chester fatta dal Daily Mail

In ragione di ciò le istituzioni gallesi hanno contestato la violazione delle norme anti-Covid al Chester FC intimandogli di attenersi alle disposizioni del Galles per le prossime gare. Il club, insieme ai suoi avvocati e a quelli della federcalcio inglese a cui è associata, stanno cercando di porre rimedio a questa paradossale situazione insistendo sul fatto che la squadra e la città sono inglesi e pertanto soggette a rispettare le regole vigenti in Inghilterra.

In attesa che la questione venga risolta, in vista del prossimo match di campionato casalingo contro il Brackley Town, i tifosi del Chester si trovano in una situazione paradossale in quanto potrebbero acquistare i biglietti e radunarsi nel parcheggio dello stadio per la partita senza infrangere alcuna norma, ma violerebbero le regole anti-Covid del Galles qualora entrassero all'interno dello stadio.

De Laurentiis e il Napoli prosciolti: nessuna violazione del protocollo anti-Covid contro la Juve
De Laurentiis e il Napoli prosciolti: nessuna violazione del protocollo anti-Covid contro la Juve
Lukaku zittisce il suo stesso agente: "Io me ne sto in silenzio, nessuno parli a mio nome"
Lukaku zittisce il suo stesso agente: "Io me ne sto in silenzio, nessuno parli a mio nome"
Lukaku fallisce la sua grande chance di riscatto col Chelsea: un solo tiro in finale di FA Cup
Lukaku fallisce la sua grande chance di riscatto col Chelsea: un solo tiro in finale di FA Cup
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni