1.693 CONDIVISIONI
3 Gennaio 2023
17:48

La surreale presentazione di Ronaldo in Arabia Saudita: “Qui in Sudafrica non sarà la mia fine”

Cristiano Ronaldo è stato presentato ufficialmente dall’Al Nassr: “La mia avventura in Europa si è conclusa, ora inizia una nuova sfida”.
A cura di Alessio Pediglieri
1.693 CONDIVISIONI

Cristiano Ronaldo al Al Nassr è divenuto una realtà ufficiale a tutti gli effetti nel tardo pomeriggio di mercoledì 3 gennaio con la presentazione in grande stile fatta dal club saudita che ha richiamato allo stadio oltre 30 mila persone sugli spalti, in attesa di poterlo abbracciare subito dopo la conferenza stampa presieduta dallo sceicco Musalli Al-Muammar e dal tecnico Rudi Garcia. "Sono felice di essere qui, desidero giocare e vincere. Mi sento bene e voglio regalare felicità. La mia avventura in Europa si è conclusa ho vinto tutto e ho giocato nei migliori club, adesso inizia una nuova sfida" ha detto un emozionato Cristiano Ronaldo davanti ad un entusiasta parterre di giornalisti che lo hanno omaggiato anche con un "siuuu" in suo onore.

Per Cristiano inizia così l'avventura in Arabia Saudita, sotto i riflettori dei media locali ma anche di tutto il mondo, che hanno seguito il primo atto in diretta. Dopo l'annuncio e il clamore suscitato per la decisione di lasciare il calcio più seguito per affrontare una avventura che apre a scenari ancora tutti da scoprire, è arrivato così anche il giorno della presentazione che ha visto il portoghese al centro dell'attenzione e visibilmente emozionato. A tal punto da farsi scappare una gaffe in inglese scambiando l'Arabia Saudita (Saudi Arabia) in Sudafrica (South Africa), colta da molti ma che non ha rovinato il momento a suo modo storico. Un leggero momento di imbarazzo quando ha compiuto l'errore: "Qui in Sudafrica non sarà la fine della mia carriera, la gente ha mostrato d'amarmi e l'accoglienza è stata spettacolare" ha detto in inglese.

Una celebrazione che è diventata ben presto un pretesto per trasformarsi in un vero e proprio spot della stessa Arabia Saudita e del suo movimento calcistico con attimi di puro tifo anche in sala stampa quando Cristiano è stato interrotto da applausi e dai presenti che hanno voluto ripetere il suo ‘grido' di battaglia, quel "siuuu" che oramai lo ha reso celebre ovunque.

 

L'enfasi che ha preceduto l'arrivo di un elegantissimo Ronaldo in conferenza era già ai massimi livelli allo stadio, sugli spalti dove migliaia di tifosi hanno potuto assistere ad uno spettacolo di luci, colori e musica. Che è continuato ovviamente subito dopo le dichiarazioni di rito dove non sono state poste domande a Cristiano che ha potuto comunque esternare tutta la sua soddisfazione per una scelta che lo ha reso felice.

"Ultimamente il calcio è cambiato" ha spiegato Cristiano nel giustificare il motivo principale che lo ha spinto a fare una scelta per molti considerata controcorrente: "Molte persone parlano ma non sanno niente e io sono qui perché voglio trasmettere una visione diversa del Paese e del calcio, ed è per questo che ho accettato questa nuova sfida. Non mi preoccupa quello che dice la gente, oggi il calcio si è evoluto ed è molto competitivo. Non vedo l'ora di scendere in campo, ma deciderà il mister. Anche domani, io sono pronto"

Il mister è ovviamente un felicissimo Rudi Garcia che ha così commentato la presenza di Cr7 nella sua nuova rosa: "Di solito ci sono due-tre giornalisti alle conferenze stampa… La cosa più importante però sarà ciò che succede in campo. Dobbiamo allenarci e vincere e spero che Cristiano sia felice di giocare per Al Nassr. Poi se volete venire in conferenza a commentare tutti i gol che segnerà Cristiano…."

 
1.693 CONDIVISIONI
La casa provvisoria di Cristiano Ronaldo in Arabia Saudita: un mese di affitto a 250mila euro
La casa provvisoria di Cristiano Ronaldo in Arabia Saudita: un mese di affitto a 250mila euro
La tristezza della Supercoppa in Arabia Saudita: vuoti sugli spalti e cori per Ronaldo
La tristezza della Supercoppa in Arabia Saudita: vuoti sugli spalti e cori per Ronaldo
Cristiano Ronaldo spremuto dall'Arabia Saudita: sarà testimonial di una città che non esiste
Cristiano Ronaldo spremuto dall'Arabia Saudita: sarà testimonial di una città che non esiste
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni