58 CONDIVISIONI

La ragazza marocchina che umiliò Cristiano Ronaldo ai Mondiali rispunta in Arabia: è il suo incubo

“Povero Ronaldo” diventò l’umiliazione che accompagnò Cristiano fuori dai Mondiali in Qatar, clamorosamente battuto col suo Portogallo dal Marocco. Il campione ex Juve non poteva mai immaginare che quella ragazza che si era fatta beffe di lui sarebbe ricomparsa in un altro stadio e avrebbe tifato ancora una volta contro di lui in un’altra disfatta.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Paolo Fiorenza
58 CONDIVISIONI
Immagine

A volte ritornano e possono diventare il peggior incubo, quando la loro presenza coincide con due sconfitte dolorosissime, momenti bassi di una carriera che ha conosciuto le vette delle Champions e dei Palloni d'Oro. Una ragazza marocchina – diventata famosa in tutto il pianeta durante lo scorso Mondiale in Qatar, quando si fece beffe di Cristiano Ronaldo e lo umiliò dopo che il Portogallo era stato eliminato nei quarti di finale dal Marocco – è ricomparsa in Arabia Saudita sugli spalti del King Fahd Stadium di Riad, per assistere al match tra i padroni di casa dell'Al Hilal e l'Al Nassr di CR7: una presenza non passata inosservata, che ha fatto tornare virale sui social la giovane tifosa, definita "il peggior incubo" di Ronaldo, vista la nuova disfatta della sua squadra, travolta nella circostanza 3-0 e distanziata ora 7 punti dalla capolista in cui giocano Milinkovic-Savic e Koulibaly.

La ragazza era diventata famosissima lo scorso 10 dicembre, quando sfollando dallo stadio di Doha in Qatar dove aveva festeggiato la vittoria per 1-0 del suo Marocco, che aveva clamorosamente mandato a casa il favorito Portogallo, aveva preso in giro e ridicolizzato il campione ex Real e Juventus: "L'aeroporto del Portogallo è da quella parte. E dov'è Ronaldo? Sta piangendo in macchina… Povero Ronaldo", aveva detto, intervistata all'esterno dello stadio, con tanto di gesto fatto con la mano a mimare le lacrime di Cristiano.

Era stata una botta di fama mostruosa per la ragazza, poi caduta nell'oblio finché non è ricomparsa venerdì scorso sulle tribune di Riad con una maglietta dell'Al Hilal addosso, per non lasciare dubbi sul fatto che ancora una volta tifasse contro il "povero Ronaldo". Il quale ha vissuto una serata davvero orribile, naufragando assieme a tutta la sua squadra sotto i 3 gol degli avversari (a segno l'ex laziale Milinkovic-Savic e per due volte lo scatenato bomber Mitrovic). Nervosissimo Cristiano, sia con l'arbitro, accusato di essere stato corrotto, che con i tifosi, che gli urlavano ‘Messi, Messi' in segno di scherno, che anche con gli avversari, che cercavano continuamente di provocarlo.

Ovviamente il 38enne campione portoghese non poteva sapere che sugli spalti c'era proprio lei, che peraltro ha provato a farsi riconoscere quando Ronaldo usciva mestamente dal campo a fine partita. Forse è stato meglio che non l'ha vista…

58 CONDIVISIONI
The Undertaker apre la partita di Cristiano Ronaldo in Arabia Saudita: lo spettacolo è tetro
The Undertaker apre la partita di Cristiano Ronaldo in Arabia Saudita: lo spettacolo è tetro
Michael esulta imitando Cristiano Ronaldo davanti a Messi in Arabia: la sua reazione
Michael esulta imitando Cristiano Ronaldo davanti a Messi in Arabia: la sua reazione
Per Cristiano Ronaldo la Saudi Pro League è meglio della Ligue 1, Fonseca lo umilia: "Non merita risposta"
Per Cristiano Ronaldo la Saudi Pro League è meglio della Ligue 1, Fonseca lo umilia: "Non merita risposta"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni