26 Novembre 2021
20:31

La prima decisione di Rangnick al Manchester United: arriva l’orologio, Ronaldo la vivrà malissimo

A meno di sorprese, dall’inizio della prossima settimana sarà Ralf Rangnick il nuovo allenatore dello United. Il 63enne tecnico tedesco si presenterà a Manchester con una grossa novità: come la prenderà Cristiano Ronaldo?
A cura di Paolo Fiorenza

Ormai ci siamo, mancano solo gli ultimi dettagli: con ogni probabilità sarà Ralf Rangnick l'allenatore del Manchester United fino al termine della stagione, in sostituzione dell'esonerato Solskjaer. Il 63enne tedesco dovrebbe firmare un contratto triennale coi Red Devils: da tecnico fino a giugno 2022 e poi come consulente per il biennio successivo, lasciando dunque il suo attuale ruolo di capo dello sport e dello sviluppo alla Lokomotiv Mosca, che lo aveva messo sotto contratto nello scorso luglio.

Lo United ha vinto martedì in casa del Villarreal con Michael Carrick in panchina come allenatore ad interim ed è probabile che l'ex centrocampista diriga la squadra anche domenica prossima contro il Chelsea, prima che Rangnick entri in carica da lunedì dopo aver ottenuto il permesso di lavoro. Con l'arrivo a Manchester dell'ex guru del Lipsia, molte cose sono destinate a cambiare già nel breve periodo: se infatti ti metti in casa un teorico come il tedesco, è chiaro che ne sposi la filosofia in tutto e per tutto e non stai certo prendendo un semplice traghettatore per poi avere le mani libere nella prossima estate per rimpiazzarlo con il Pochettino di turno.

Ecco dunque che Rangnick dovrebbe presentarsi subito con una grossa novità al centro di allenamenti dello United. Una vera e propria rivoluzione, come svela il Telegraph: un orologio su misura sarà infatti installato nel complesso di Carrington. L'obiettivo è abituare i calciatori a giocare partite fatte di pressing alta intensità, allenandosi specificamente allo scopo. Il tecnico tedesco ha già avuto accesso ai video delle sessioni di allenamento di questo inizio di stagione, in modo da poter studiare in modo approfondito i giocatori al lavoro.

Per alzare i ritmi degli allenamenti, sarà dunque introdotto un conto alla rovescia già utilizzato nei suoi club precedenti, tra cui il Lipsia, per aiutare i giocatori a rispettare la sua "regola degli 8 secondi". Rangnick infatti chiede ai propri uomini di riconquistare il pallone entro 8 secondi e di tirare in porta entro 10 secondi dalla riconquista del possesso. L'orologio è progettato in modo che i giocatori possano sentirlo ticchettare, una situazione che secondo il tedesco aumenta l'intensità delle sessioni e può aiutare a produrre risultati in poche settimane.

La novità dovrebbe costringere Cristiano Ronaldo a cambiare radicalmente il proprio approccio alle partite: il campione portoghese infatti è ultimo tra tutti gli attaccanti della Premier League per quanto riguarda il pressing su un giocatore avversario che riceve, porta o passa la palla. Qualche settimana fa, il suo dato era di appena 2,7 volte in media per ogni 90 minuti. Per dirla con altre parole, Ronaldo è fermo quando il pallone ce l'hanno gli altri, il che è anche comprensibile visto che va per i 37 anni e deve gestirsi per poter fare poi la differenza in fase offensiva. E tuttavia non è che Rangnick può far ticchettare l'orologio per tutti tranne che per Cr7…

L'ombra dello Sporting su Cristiano Ronaldo: Mendes lavora alle spalle del Manchester United
L'ombra dello Sporting su Cristiano Ronaldo: Mendes lavora alle spalle del Manchester United
Cristiano Ronaldo e ten Hag s'ignorano, il Manchester United crolla contro il Brighton
Cristiano Ronaldo e ten Hag s'ignorano, il Manchester United crolla contro il Brighton
Cristiano Ronaldo fa un'ultima mossa disperata per lasciare lo United: Mendes avvisa tutti
Cristiano Ronaldo fa un'ultima mossa disperata per lasciare lo United: Mendes avvisa tutti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni