Brutta sorpresa per la Juventus dopo il ko contro il Napoli. La sfortunata serata dei bianconeri, non si è conclusa con il fischio finale del match del San Paolo che ha sancito la sconfitta di Ronaldo e compagni per 2-1. La squadra di Maurizio Sarri non ha potuto fare ritorno subito a Torino, a causa della fitta nebbia che ha avvolto nella scorsa notte l'aeroporto partenopeo di Capodichino. La Juventus ha rimandato la partenza a mezzogiorno di oggi, con il tecnico costretto a concedere un giorno di riposo.

La Juventus bloccata a Napoli dalla nebbia dopo la sconfitta del San Paolo

La Juventus avrebbe dovuto lasciare Napoli nelle ore immediatamente successive alla conclusione del posticipo della ventunesima giornata di Serie A. La squadra bianconera però ha dovuto fare i conti con un'imprevisto legato alle condizioni meteorologiche avverse che hanno stravolto i piani del club. I calciatori sono arrivati all'aeroporto di Capodichino intorno all'una e a causa della fitta nebbia sono stati costretti ad attendere eventuali miglioramenti fino alle 4. Alla fine però non è cambiato nulla, con la nebbia che ha costretto la Juventus a restare a Napoli, rinviando la partenza.

Notte a Napoli per la Juve e rientro oggi a Torino. Sarri concede un giorno di riposo

Il gruppo bianconero, come comunicato dallo stesso club in una nota ufficiale, è tornato dunque in albergo dove ha trascorso la notte, in attesa del miglioramento delle condizioni atmosferiche previsto per oggi. A mezzogiorno di lunedì, la Juventus è riuscita finalmente a partire facendo ritorno in quel di Torino. Una situazione che ha compromesso i programmi di Maurizio Sarri, che alla luce di quanto accaduto ha concesso un giorno di riposo, rimandando il rientro in campo per il primo allenamento della settimana a martedì 28 gennaio. Inizieranno dunque nel pomeriggio di domani i lavori di preparazione al match contro la Fiorentina in programma domenica alle 12.30 allo Stadium