654 CONDIVISIONI
27 Febbraio 2021
22:57

Juventus mai così vicina a perdere lo Scudetto: rischia il -10 dall’Inter

La frenata contro il Verona costa cara alla Juventus. La squadra di Pirlo adesso è scivolata a meno 10 punti dall’Inter, dopo la vittoria dei nerazzurri contro il Genoa al Meazza. I campioni d’Italia non sono mai stati così vicini al dire addio alla corsa al decimo Scudetto consecutivo dopo anni di dominio assoluto.
A cura di Marco Beltrami
654 CONDIVISIONI

La Juventus non è riuscita a portare a casa i 3 punti dalla trasferta in casa del Verona. Al Bentegodi l'anticipo della 24a giornata di Serie A si è chiuso sul risultato di 1-1, con Barak che ha risposto a Cristiano Ronaldo. Con questa frenata i bianconeri scivolano ulteriormente indietro in classifica rispetto alla prima della classe Inter che ha battuto il Genoa e adesso a +10 sulla squadra di Pirlo.

Il gol di Cristiano Ronaldo aveva illuso la Juventus al Bentegodi. A far tornare sulla terra la formazione bianconera ci ha pensato Barak che ha regalato al Verona un pareggio comunque meritato. Un risultato che rappresenta una doccia fredda per la Vecchia Signora, che ha nuovamente fatto i conti con una frenata che potrebbe rivelarsi pesantissima in chiave classifica. L'Inter aveva sui piedi una chance importante e l'ha sfruttata: vincendo contro il Genoa la formazione del grande ex Antonio Conte ha scavato un solco profondo rispetto ai bianconeri. Un vantaggio prezioso, anche se la Juventus ha un match da recuperare contro il Napoli, in programma il 17 marzo.

Con 14 turni di campionato, e gli scontri diretti da giocare in casa contro Milan e Inter, la speranza è ancora viva per la Juventus che però non potrà permettersi il lusso di ulteriori errori. D'altronde al contrario delle ultime annate, i bianconeri hanno perso numerose occasioni contro squadre medio-basse della classifica. Una situazione che non può che aumentare i rimpianti di Pirlo, che tra le attenuanti ha sicuramente il fatto di non aver potuto contare su tutta la sua rosa, ritrovandosi costretto a disporre solo di 11 giocatori di movimento della prima squadra. E in vista del tour de force di 6 partite in 22 giorni sarà fondamentale iniziare a svuotare l'infermeria ritrovando pedine importanti, in difesa e in avanti reparti ridotto all'osso.

654 CONDIVISIONI
Damiani difende Radu e attacca l'Inter:
Damiani difende Radu e attacca l'Inter: "Basta accuse, avrebbe perso lo Scudetto lo stesso”
Calhanoglu senza freni su Inzaghi e lotta Scudetto, l'Inter non gradisce: ora rischia una multa
Calhanoglu senza freni su Inzaghi e lotta Scudetto, l'Inter non gradisce: ora rischia una multa
Giaccherini riscrive la storia del gol di Muntari:
Giaccherini riscrive la storia del gol di Muntari: "Errori che capitano a tutti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni