Quale sarà il nuovo bomber della Juventus? Oltre ai soliti noti, nelle ultime ore è rispuntato il nome di una vecchia conoscenza tra i possibili obiettivi bianconeri. Si tratta di Alvaro Morata, centravanti che ha già militato sotto la Mole dal 2014 al 2016, attualmente legato all'Atletico Madrid. Ai microfoni di Radio Deejay, il procuratore Giovanni Branchini in maniera perentoria ha individuato nello spagnolo il nome giusto per l'attacco di Andrea Pirlo.

Alvaro Morata nuovo bomber della Juventus, la rivelazione di mercato

"Il nuovo attaccante della Juventus? Nessuno di quelli che avete nominato: non è Kean, non è Suarez, non è Dzeko, non è Cavani. Kean è però un discorso a parte, anche di numeri. Credo che la Juve punterà sul ritorno di Morata". Così Giovanni Branchini, esperto procuratore che cura gli interessi di giocatori come Douglas Costa, De Sciglio, Fernandinho, Pavoletti, e così via ha detto la sua sulla caccia al bomber sul mercato della Juventus. Il nome di Morata in realtà era uno dei più caldi, un mese fa, nella fase embrionale della sessione di trattative, e ha poi perso consistenza con il passare del tempo. Ora le parole dell'agente, riaccendono i riflettori su un calciatore che è legato a Torino anche per motivi familiari.

Tra il dire e il fare però ci sono le cifre di un potenziale affare Morata, con i bianconeri che in questa particolare sessione di mercato, non sembrano disposti a versare 40 milioni nelle casse dell'Atletico Madrid. La soluzione giusta potrebbe essere rappresentata da uno scambio, anche se bisognerebbe trovare una pedina gradita a Diego Simeone che dal canto suo non pensa ad una cessione dello spagnolo. Un'operazione dunque non semplice a meno che non fosse lo stesso Morata a spingere per un ritorno in Serie A in una Juventus dove ha collezionato 93 presenze e 27 gol.

Calciomercato Juventus, ultime notizie sugli attaccanti

Anche il nome di Morata dunque finisce nel calderone di mercato degli obiettivi della Juventus. Nelle ultime ore si è parlato anche di un ritorno di fiamma di Cavani che però sarebbe vicinissimo ad un accordo con il Gremio dopo la rottura con il Benfica quando le parti erano ad un passo dall'accordo. Per quanto riguarda Suarez, in attesa di completare le formalità relative al passaporto, bisognerà capire come si evolverà la situazione legata alla permanenza di Messi e alla possibile buonuscita da parte del Barcellona che gli permetterebbe di liberarsi a zero. Ancora in stand-by Dzeko nonostante l'ottimismo nella giornata di ieri: la Roma non riesce a sbloccare la trattativa per l'erede Milik