Il Napoli chiude il suo campionato con una vittoria, battendo 3-1 la Lazio nella serata in cui Ciro Immobile eguaglia il record di gol in un singolo campionato (agganciando Higuain), José Callejon saluta per l'ultima volta il San Paolo e Lorenzo Insigne tiene tutti in ansia per un infortunio muscolare che potrebbe costare caro ad una settimana da Barcellona-Napoli.

Il clima è da ultimo giorno di scuola. C'è Callejon con la fascia di capitano al braccio, in prestito da Insigne per quella che potrebbe essere la sua ultima partita al San Paolo. Sul versante opposto Immobile è quello che più freme dei 22 in campo, con il record di gol in un singolo campionato lì a portata di mano. Gli azzurri cominciano con il piede giusto, occupano meglio il campo e trovano il gol del vantaggio con un sinistro dipinto da Fabian Ruiz all'incrocio dei pali. La reazione biancoceleste si concretizza dopo 10 minuti e ovviamente l'uomo della provvidenza è sempre lui, Immobile: il bomber campano anticipa Manolas su un cross di Marusic e batte Ospina con un bel tocco di prima. Per lui è la rete numero 36, quella che gli vale l'aggancio a Gonzalo Higuain e il record di gol in un singolo campionato.

I ritmi sono estivi nel campionato più estivo della storia. Si viaggia ad andatura lenta e le spettacolo ne risente: occasioni se ne vedono col contagocce. Per sbloccare la situazione di equilibrio serve così un rigore, quello che l'arbitro Calvarese concede al Napoli dopo un'entrata maldestra di Parolo su Mertens in area di rigore. Insigne va dal dischetto e riporta nuovamente avanti la truppa di Gattuso. La Lazio ritenta il colpo riuscito nel primo tempo, la ma risposta immediata stavolta non va a buon fine: Correa fa tutto bene in area degli azzurri ma viene fermato dal palo sulla conclusione a botta sicura. Il Napoli gioca meglio e merita la vittoria, ma il finale di gara resta impresso più che altro per gli screzi tra le due panchine (con Gattuso e Inzaghi ammoniti), la passerella finale di Callejon e soprattutto per l'infortunio di Lorenzo Insigne, costretto al cambio e in lacrime ad una settimana da Barcellona-Napoli. Negli ultimi istanti di gara, a riportare il sorriso tra gli azzurri, la rete del definitivo tris di Politano.