Ancora non è iniziata la nuova stagione, ma il derby della capitale è già iniziato. Dopo oltre un mese di entusiasmo dei tifosi giallorossi per l'arrivo di José Mourinho come nuovo allenatore della Roma, ieri i cugini biancocelesti hanno potuto festeggiare l'approdo di Maurizio Sarri sulla panchina della Lazio, in sostituzione di Simone Inzaghi. Era da tempo che le due squadre di Roma non avevano contemporaneamente due tecnici di questa caratura, in grado di scatenare l'euforia su entrambe le sponde del Tevere. In casa romanista, questa si era tradotta con un murale realizzato a Testaccio dallo street artist Harry Greb, che ritraeva Mou adornato da una sciarpa giallorossa, in sella a una Vespa denominata "Specialone".

L'opera è diventata subito una meta di pellegrinaggio per i tifosi giallorossi che, in attesa di vedere a Roma il vero Special One, si sono accontentati di fare una foto con la sua controfigura. Questo non potrà più accadere. Nella notte, infatti, qualche tifoso laziale, esaltato dall'annuncio di Sarri, ha deciso di imbrattare il murale, facendo scomparire il volto di Mourinho con una nuvola di fumo che esce dalla bocca dello stesso Comandante, il cui viso è rappresentato di fianco a quello dell'ex allenatore dell'Inter.

Il tormentone dei tifosi laziali: "Romanista ti affumichiamo"

Il vizio del fumo è la caratteristica principale a cui viene associato il tecnico nato a Napoli. Anche la stessa società di Claudio Lotito, infatti, lo ha annunciato pubblicando sui propri canali social l'emoticon della sigaretta. Da lì, è nato il tormentone che ha caratterizzato le ultime ore de tifosi laziali: "Romanista ti affumichiamo". Sempre giocando sull'abitudine di Sarri di fumare, è nata poi la vignetta che qualcuno ha deciso di replicare nella realtà, modificando l'opera di Harry Greb. Molto prima di quanto accadrà in campo, dunque, il derby di Roma è già iniziato fuori, acceso da due allenatori che esaltano i tifosi come Mourinho e Sarri, e dal fumo di una sigaretta accesa sul murale dello Special One.