Il Liverpool è stato battuto in casa dall'Atletico Madrid ed eliminato dalla Champions League. I detentori in carica del trofeo si sono arresi, ad Anfield Road (e per questo il risultato fa più rumore), alla formazione spagnola passata così ai quarti di finale. Ma la qualificazione dei "colchoneros" passa in secondo piano rispetto a quanto sta accadendo a livello internazionale: l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato lo stato di pandemia globale per il contagio da Covid-19. In Europa è l'Italia il Paese più colpito (in Serie A è Daniele Rugani il primo calciatore trovato positivo), la diffusione del Coronavirus s'è estesa a macchia di leopardo con ricadute inevitabili sulla vita pubblica.

In una situazione del genere Diego Costa, attaccante dell'Atletico, trova il modo per mettersi in mostra nella maniera più stupida possibile. Lo fa con un atteggiamento dinanzi al quale la battuta fuori luogo di Gigi Buffon (ricordate cosa disse al tifoso orientale che gli chiedeva l'autografo? "attento Corona… ti guardo") è nulla rispetto al cattivo gusto esibito dal bomber. Cosa ha fatto? Lo mostra un video mandato in onda da El Chiringuito Tv, immagini girate dalla mixed zone dello stadio inglese qualche ora dopo la fine del match di Anfield.

Diego Costa percorre il corridoio che lo conduce dalla pancia dell'impianto all'uscita per salire a bordo del bus. I giornalisti spagnoli lo chiamano, provano a fermarlo per fargli qualche domanda, strappargli almeno una battuta. Il protocollo lo impedisce, il calciatore non può fermarsi a parlare ma appena arriva nei pressi dei reporter e dei cameraman commette un gesto inqualificabile: finge di tossire a più riprese su di loro e poi si allontana con un sorriso beffardo sulle labbra.