123 CONDIVISIONI

Il gesto supremo di disprezzo di Medel per Diego Costa: dice che gli puzza l’alito

Nel match tra Vasco da Gama e Botafogo c’è stato un faccia a faccia tra Gary Medel e Diego Costa che si è concluso con un gesto davvero sprezzante del cileno: ha accusato l’attaccante di avere l’alito che puzza.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Paolo Fiorenza
123 CONDIVISIONI
Immagine

Gary Medel e Diego Costa sono quasi coetanei: 36 anni il primo, 35 il secondo. Nelle loro lunghe carriere ne hanno viste di tutti i colori, ma soprattutto ne hanno fatte. Entrambi fumantini, era inevitabile che incontrandosi da avversari in campo ne uscisse qualcosa di bollente e così è stato in occasione del match del campionato brasiliano tra Vasco da Gama e Botafogo. Ma stavolta non si è assistito a qualche fallaccio, ma ad un gesto di supremo disprezzo: l'accusa di puzzare.

Vasco-Botafogo è uno dei derby di Rio, quest'anno oppone la capolista che si sta giocando il titolo del Brasileirão (il Botafogo di Diego Costa) ad una squadra impegnata nella lotta per non retrocedere (il Vasco di Medel, quartultimo). Il risultato ha visto prevalere a sorpresa i padroni di casa bianconeri, 1-0 grazie alla rete segnata nel primo tempo da Paulo Henrique, mentre non è stata una sorpresa che l'atmosfera si sia surriscaldata tra i giocatori in campo.

Gary Medel è il capitano del Vasco da Gama
Gary Medel è il capitano del Vasco da Gama

L'ex Inter e Bologna Medel ha pensato di animare in maniera davvero inusuale la contesa, non già con un'entrata cattiva o fomentando una rissa all'arma bianca, ma facendo un gesto davvero sprezzante nei confronti di Diego Costa. L'attaccante che ha vestito le maglie di Atletico Madrid e Chelsea era entrato da soli tre minuti nella ripresa – per cercare di rimontare la sconfitta che stava maturando fino a quel momento – quando ha avuto uno scambio di opinioni non esattamente oxfordiano col centrocampista cileno.

I due, che oltre 10 anni fa si sono incrociati nella Liga, sono stati entrambi ammoniti dall'arbitro. In quel frangente Diego Costa ha voluto dirne quattro a Medel a distanza molto ravvicinata, il che ha dato l'occasione al capitano del Vasco per allontanarsi di scatto dal brasiliano naturalizzato spagnolo turandosi il naso e poi facendo platealmente il gesto dell'olezzo con la mano.

Insomma l'alito dell'avversario a suo dire emanava un cattivo odore. Ovviamente Diego Costa non se l'è tenuta e ha replicato con un altro gesto, insinuando che Medel puzzasse di alcol. Il siparietto è finito lì, ma ovviamente è diventato rapidamente virale, entrando nel curriculum di due giocatori cui la ‘garra' non è mai mancata.

123 CONDIVISIONI
Diego Costa passa al Gremio, è la dodicesima squadra della sua carriera: resterà in Brasile
Diego Costa passa al Gremio, è la dodicesima squadra della sua carriera: resterà in Brasile
La notte folle di Bourigeaud: mentre segnava tre gol al Milan in Europa League gli svaligiavano casa
La notte folle di Bourigeaud: mentre segnava tre gol al Milan in Europa League gli svaligiavano casa
Giovane nazionale dello Zambia muore per sospetta malaria: era stata selezionata per Parigi 2024
Giovane nazionale dello Zambia muore per sospetta malaria: era stata selezionata per Parigi 2024
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views