Ansu Fati da qualche mese ha compiuto 18 anni, ma ha già lo status di grande giocatore. Un po' per tutti è il campione del domani, al Barcellona sarà lui a raccogliere l'eredità di Leo Messi. Ha battuto già tantissimi record, anche con la nazionale spagnola che teme di non poterlo convocare per gli Europei che si terranno la prossima estate. Il giovane attaccante si era infortunato al ginocchio a novembre, doveva tornare in campo a marzo, ma nei giorni scorsi si è operato un'altra volta e rischia di finire con largo anticipo la stagione.

Secondo intervento al ginocchio

L'attaccante del Barcellona nel mese di novembre aveva riportato un grave infortunio al ginocchio, è stato costretto a operarsi e sembrava dovesse fermarsi per quattro mesi. Il recupero però non è andato come tutti desideravano e per questo il Barcellona seguendo il consiglio del dottor Ramon Cugat ha deciso di sottoporre Ansu Fati a un secondo intervento, che è stato effettuato con grande segretezza. Il giocatore aveva ancora il liquido nel ginocchio e non rispondeva bene ai trattamenti. Ora si allungano i tempi di recupero, in Spagna c'è chi teme che la sua stagione sia già finita, ma il Barcellona conta di averlo per il mese di aprile, pronto per il rush finale del campionato. E spera che torni in campo per quel periodo anche Luis Enrique che lo vuole con sé. E si spera che il giocatore questa volta riesca a rispondere bene alle terapie, se non sarà così dovrà affrontare un terzo intervento.

Con il Barcellona ha segnato 13 gol in 43 partite da professionista, tra campionato e coppe, mentre con la Spagna è sceso in campo quattro volte e contro l'Ucraina ha fatto gol, una marcatura storica che lo ha portato a essere il più giovane goleador di sempre della nazionale spagnola, battendo un record che durava da 95 anni.