Il Brescia attraverso un comunicato ufficiale ha preso le distanze dalle dichiarazioni di Mario Balotelli. Il bomber in occasione di una diretta Instagram ha dichiarato poche ore fa "La Lazio è forte, ma dovevano far tornare in testa la Juventus prima di fermare il campionato". Parole che hanno sollevato un polverone, spingendo il club lombardo ad una presa di posizione: "tali insinuazioni sono strettamente personali".

Balotelli e le dichiarazioni contro la Juventus, sullo stop del campionato

"La Lazio è forte, ma dovevano far tornare in testa la Juventus prima di fermare il campionato". Hanno sollevato un polverone le dichiarazioni odierne di Mario Balotelli in occasione di un intervento in una diretta su Instagram. Il centravanti ha poi provato a correggere il tiro delle sue dichiarazioni, dicendo di essere stato ironico: "Prima ho fatto una battuta sulla Juventus e la gente si è arrabbiata con me, mi hanno insultato. Era una battuta. Ma davvero pensano mi interessi della Juve? Il Brescia è ultimo. La squadra bianconera è la più forte e i tifosi bianconeri potrebbero essere felici, ridere sempre. E invece no, sono permalosi. Chissà perché certe parole poi non me le dicono quando mi incontrano per strada, guardandomi negli occhi".

La presa di posizione del Brescia nei confronti di Balotelli

Queste le parole del Brescia che attraverso un comunicato ha preso le distanze da Mario Balotelli: "La società Brescia Calcio intende prendere ufficialmente le distanze da quanto dichiarato dal suo tesserato Mario Balotelli, relative a ipotetici favoreggiamenti nel Campionato di Serie A.Nello specifico, Mario Balotelli per mezzo di una diretta Instagram ripresa su Youtube, ha rilasciato oggi dichiarazioni che alludono a “favori” nei confronti di una squadra (la Juventus) in corsa per la conquista del Campionato. Brescia Calcio tiene a sottolineare che tali insinuazioni sono strettamente personali e che non sono in nessun modo riconducibili alla Società stessa".