2.477 CONDIVISIONI
16 Maggio 2022
15:47

Gueye molla il PSG prima della partita e se ne va: ha visto la sua maglia, è contro l’omofobia

Polemiche in Francia per il rifiuto del centrocampista del PSG Idrissa Gueye di indossare la maglia a sostegno della comunità LGBT: “Sanzionatelo”.
A cura di Paolo Fiorenza
2.477 CONDIVISIONI

Bufera su Idrissa Gueye in Francia, dopo che nelle ultime ore è emerso il motivo per il quale il 32enne centrocampista senegalese del PSG ha improvvisamente dato forfait alla vigilia del match che ha visto la squadra di Pochettino fare visita al Montpellier e stravincere per 4-0 con doppietta di Messi. L'ex giocatore di Lilla, Aston Villa e Everton era regolarmente partito con i compagni per la trasferta, ma poi non era stato inserito nella distinta e di lui si erano perse le tracce.

"Ha dovuto lasciare la squadra per motivi personali, ma non è infortunato", ha spiegato nel dopo partita il tecnico in maniera sibillina. I sospetti sulle reali ragioni dell'assenza di Gueye sono diventati certezza quando i principali media transalpini hanno rivelato che il nazionale senegalese, fresco vincitore della Coppa d'Africa, si sarebbe rifiutato di scendere in campo contro il Montpellier per non indossare la maglia col numero stampato con i colori dell'arcobaleno a sostegno della comunità LGBT.

Idrissa Gueye in maglia PSG
Idrissa Gueye in maglia PSG

Tutte le partite della Ligue 1 lo scorso fine settimana hanno visto mettere in atto questa iniziativa – le maglie dei calciatori e le fasce dei capitani con i colori arcobaleno – per la giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, che sarà domani 17 maggio. A sostegno della tesi che Gueye non volesse condividere in alcun modo il messaggio contro le discriminazioni dovute al sesso c'è il fatto che il giocatore aveva saltato lo stesso turno di campionato lo scorso anno, adducendo all'epoca "problemi di stomaco".

Il PSG dal canto suo poco prima della partita col Montpellier aveva postato sui social la propria maglia da trasferta con i colori arcobaleno, assieme a parole con cui rivendicava la forza del messaggio: "Nella giornata mondiale contro l'omofobia, le nostre maglie avranno la bandiera arcobaleno, simbolo di pace e diversità del movimento LGBT". Un messaggio che evidentemente Gueye non ha voluto sottoscrivere.

La vicenda ha sollevato parecchie polemiche ed è arrivata anche a livello politico:  la presidente della regione dell'Ile-de-France, Valerie Pecresse, ha chiesto al PSG di sanzionare Gueye: "I giocatori di una società di calcio, e quelli del PSG in particolare, sono figure di identificazione per i nostri giovani – ha scritto su Twitter – Hanno il dovere di dare l'esempio. Il rifiuto di Idrissa Gana Gueye di unirsi alla lotta contro l'omofobia non può restare senza sanzione!".

2.477 CONDIVISIONI
Il vecchio rituale del Real Madrid prima delle partite: una crema magica sulle maglie dei giocatori
Il vecchio rituale del Real Madrid prima delle partite: una crema magica sulle maglie dei giocatori
Evenepoel è la prima maglia rosa del Giro d'Italia: il belga vince la cronometro, Ganna secondo
Evenepoel è la prima maglia rosa del Giro d'Italia: il belga vince la cronometro, Ganna secondo
Sylla distrutto crolla in lacrime in campo: ha perso la mamma prima della partita ma voleva esserci
Sylla distrutto crolla in lacrime in campo: ha perso la mamma prima della partita ma voleva esserci
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni