Nonostante il suo ritorno a casa e le prime tutto sommato buone apparizioni con il Tottenham di José Mourinho, Gareth Bale non riesce proprio a non finire sulle prime pagine dei tabloid per i suoi comportamenti ‘particolari' al di fuori del terreno di gioco. Durante l'amichevole che il Galles ha giocato con gli Stati Uniti, l'ex attaccante del Real Madrid è stato infatti pizzicato mentre osservava con attenzione il monitor di un computer: il tutto mentre i suoi compagni erano impegnati in campo.

Il suo comportamento in tribuna ha così scatenato i media anglosassoni, che alla domanda che tutti si sono fatti ("Cosa stava guardando Gareth Bale?"), hanno risposto tirando in ballo la passione del giocatore per il golf. Con l'Augusta Masters in corso di svolgimento, secondo i tabloid Bale avrebbe dunque preferito seguire il famoso torneo grazie ad un computer portatile piuttosto che i novanta minuti del Liberty Stadium di Swansea.

Gareth Bale durante l’Open di Spagna di golf del 2017
in foto: Gareth Bale durante l’Open di Spagna di golf del 2017

Le priorità di Bale e l'idea del Tottenham

Diventata una vera mania per molti calciatori ed ex calciatori, in Italia e nel resto del mondo, il golf rischia dunque di mettere nuovamente in cattiva luce il trentunenne di Cardiff, che un anno esatto fa finì nel mezzo delle polemiche per la bandiera con la quale festeggiò la qualificazione agli Europei della sua nazionale. Un lembo di stoffa sul quale Bale aveva elencato le sue priorità: "Galles, Golf e Real Madrid. In quest'ordine".

Al suo ritorno a Londra, la dirigenza del Tottenham ha voluto così assecondare il giocatore, ed evitare quei problemi e quelle critiche ricevute in Spagna per il suo amore smisurato per il green. Presso l'Enfield Training Centre, il centro sportivo degli ‘Spurs', il club ha infatti realizzato una sorta di campo pratica provvisto di buche: il tutto per dare la possibilità a Bale di divertirsi durante i suoi momenti liberi.