188 CONDIVISIONI

Francesco Coco racconta il mancato ritorno al Milan: “Solo se Galliani me lo chiede in ginocchio”

I problemi con Galliani allontanarono Coco dal Milan e al ritorno in Italia scelse di vestire la maglia dell’Inter: “Andarmene fu l’errore più grande. Ancelotti mi chiese di ritornare”
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Ada Cotugno
188 CONDIVISIONI
Immagine

Francesco Coco non ha risparmiato gli aneddoti più bizzarri e divertenti della sua carriera nell'intervista concessa al sito web di So Foot: di lui si ricordano tanti aneddoti soprattutto fuori dal campo ma la sua vita da giocatore è cominciata prestissimo, quando era soltanto un ragazzino.

Fabio Capello è stato un personaggio fondamentale per la sua crescita, anche se il rapporto tra i due non è sempre stato tranquillo: "Ricordo il primo allenamento con il Milan avevo 15 anni e Capello era uno duro. Alla partitella entro duro in scivolata sull'attaccante, Papin, ma prendo il pallone. Capello mi urla: che c***o fai? E mi manda in spogliatoio. Ero sempre il più pulito all'epoca, perché non finivo mai gli allenamenti".

Immagine

Coco ha poi raccontato un retroscena tra lui e il suo allenatore. Una premonizione sul futuro totalmente sbagliata che il calciatore ricorda ancora fra tante risate: "Capello un giorno mi disse: ‘Se diventi calciatore professionista mi taglio un testicolo'. Ma un anno dopo fu lui a farmi esordire. E non si è tagliato il testicolo".

L'arrivo di Terim in panchina gli rese la situazione complicata: a 22 anni Coco era già uno dei pilastri del Milan, nonostante la giovanissima età, ma per il tecnico non era più così centrale all'interno del progetto. Anche Adriano Galliani all'epoca appoggiò le scelte di Terim, costringendo il giocatore ad andare via, destinazione Barcellona. "E andarmene fu il più grosso errore della mia vita", ha ammesso candidamente nell'intervista al media francese.

Immagine

Anche l'anno trascorso in Liga non andò benissimo e per questo maturò in lui la decisione di tornare a Milano. Galliani faceva ancora parte del club rossonero e per questo Coco decise di approdare all'Inter, senza risparmiare una frecciatina al suo ex dirigente: "Ancelotti mi chiese di tornare al Milan ma gli risposi solo se Galliani fosse venuto a chiedermelo in ginocchio. Cosa che non fece. Così andai all'Inter, ma al primo errore i tifosi mi urlavano milanista di m***a".

188 CONDIVISIONI
Lautaro alla moglie: "Mi disse ‘non ti mancherà nulla’, dentro di me si è aperto un abisso”
Lautaro alla moglie: "Mi disse ‘non ti mancherà nulla’, dentro di me si è aperto un abisso”
Buffon racconta la delusione massima in Champions: "Sono rimasto gelato, vedevo tutto nero"
Buffon racconta la delusione massima in Champions: "Sono rimasto gelato, vedevo tutto nero"
Tensione alle stelle tra Benzema e l'Al Ittihad: deve allenarsi da solo finché non chiede scusa
Tensione alle stelle tra Benzema e l'Al Ittihad: deve allenarsi da solo finché non chiede scusa
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views