"Abbiamo sbagliato tutto". Paulo Fonseca ha commentato così ai microfoni di Sky il secondo tempo della sua Roma in casa del Manchester United nella semifinale di andata dell'Europa League 2020-2021, da cui i giallorossi escono con una pesante sconfitta per 6-2 e le speranze di qualificazione per la finale sono ridotte al lumicino. Il tecnico portoghese ha analizzato la gara e i 5 gol subiti nella ripresa dopo una buona prima frazione: ”È una sconfitta pesante. Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma non siamo esistiti nel secondo tempo. Siamo stati molto condizionati, abbiamo perso 3 giocatori e non abbiamo avuto possibilità di cambiare. Smalling e Diawara erano in difficoltà, è successo di tutto. È stato un secondo tempo pesante e difficile".

In merito al black-out della seconda parte di gara Fonseca ha pronunciato parole molto amare: "Difficile spiegare cosa sia successo nel secondo tempo, penso che dopo il terzo gol la squadra non ha avuto la forza mentale per riequilibrarsi. E' molto positivo arrivare in semifinale e fare un primo tempo del genere, ma nel secondo tempo abbiamo sbagliato tutto. Non è stato un problema tattico, il primo tempo ha dimostrato che non abbiamo concesso opportunità. Abbiamo perso giocatori importanti ad inizio gara e poi non abbiamo avuto la forza mentale giusta per rientrare nella gara nella ripresa".

L'allenatore lusitano non si è nascosto dopo il pesante 6-2 incassato e non sfugge dalle responsabilità ("Io sono sempre il principale responsabile, non voglio creare alibi. Non voglio scappare dalle mie responsabilità”) mentre sul suo futuro ha dichiarato: "Chiuso il rapporto con la Roma? Vediamo, in questo momento è difficile parlare. Non è il momento giusto per parlarne. È difficile ora pensare anche il ritorno, sarà importante recuperare più elementi possibili".