La Fiorentina sta cercando un nuovo un nuovo allenatore e il dopo Vincenzo Montella sta prendendo sempre più le sembianze di Beppe Iachini. La dirigenza viola, secondo quanto riporta Gianluca Di Marzio di Sky, starebbe intensificando i contatti con il tecnico di Ascoli Piceno per definire al meglio l'intesa contrattuale. Al momento la base di accordo è per la durata di un anno e mezzo con penale in caso di risoluzione anticipata, cioè nel momento in cui a giugno il club dovesse preferirgli un altro allenatore. Una pista, quella che porta all'ex timoniere di Sassuolo ed Empoli, che prende corpo anche in virtù dell'ottimo rapporto con la piazza viola da parte di Iachini, che da calciatore ha vestito la maglia della Fiorentina dal 1989 al 1994. Nelle ultime ore il suo ritorno da allenatore è sempre più vicino.

I nomi per la panchina Viola: Di Biagio e Prandelli

Se nelle ultime ore il nome di Iachini come nuovo allenatore della Fiorentina ha preso sempre più quota, visto che ci sarebbe stato già un incontro tra le parti, non sono da escludere dei ribaltoni in caso non vi fosse l'accordo sul contratto. Restano in corsa anche Gigi Di Biagio, che ha guidato l’Under 21 sino all’Europeo di giugno, e il terzo nome è quello di Cesare Prandelli, che ha un profilo diverso rispetto ai primi due candidati ed è legato agli anni più belli nell’era Della Valle, Il tecnico di Orzinuovi, vicecampione d’Europa nel 2012 come c.t. dell’Italia, lo scorso anno è stato protagonista di un finale di stagione "grigio" con il Genoa e quella che troverebbe sarebbe una situazione piuttosto simile.

Luciano Spalletti è il sogno per giugno

Secondo alcuni la scelta definitiva arriverà oggi o al massimo domani, mentre per altri potrebbe slittare a dopo Natale perché il sogno della dirigenza viola è quella di lavorare con un traghettatore per i prossimi sei mesi e poi affidare la panchina a Luciano Spalletti.