https://twitter.com/AzzurreFIGC
in foto: https://twitter.com/AzzurreFIGC

Non si disputerà la tanto attesa finale dell'Algarve Cup, prestigioso torneo ad inviti, tra la Nazionale italiana di calcio femminile e la Germania. Le azzurre sono state costrette a rinunciare all'ultimo atto della competizione, a causa dell'emergenza Coronavirus e degli effetti che sta producendo in Europa. Non essendoci infatti compagnie aeree pronte a garantire il ritorno delle ragazze di Bertolini dal Portogallo nella giornata di giovedì, il gruppo è stato costretto ad anticipare la partenza ad oggi stesso, saltando così il tanto atteso appuntamento

Algarve Cup, la Nazionale italiana rinuncia alla finale contro la Germania a causa dell'emergenza Coronavirus

C'era grande attesa per la finale dell'Algarve Cup tra la Nazionale femminile e la Germania, un grande classico del calcio continentale. E invece le azzurre che nei turni precedenti della competizione avevano battuto le padrone di casa del Portogallo, e la Nuova Zelanda non scenderanno in campo. La selezione del ct Bertolini è stata infatti costretta a rinunciare al match a causa delle conseguenze dell'emergenza Coronavirus, che stanno creando numerosi problemi anche dal punto di vista dei trasporti, in Europa.

Perché l'Italia femminile ha rinunciato alla finale dell'Algarve Cup

Attraverso un comunicato, divulgato anche sui canali social della Nazionale femminile, sono stati spiegati i motivi della rinuncia delle azzurre che hanno ringraziato anche la Federcalcio portoghese e quella tedesca per la comprensione: "La FIGC, dopo aver verificato che nessuna compagnia aerea avrebbe garantito il rientro della Nazionale Femminile in Italia dal Portogallo da giovedì 12 marzo, d’intesa con la Ct Milena Bertolini e le Azzurre ha deciso di organizzare domani – oggi ndr – il viaggio di ritorno della squadra. La partenza anticipata costringe l’Italia a rinunciare alla finale dell’Algarve Cup contro la Germania, in programma domani alle ore 18.45 locali allo stadio Da Bela Vista di Parchal. La FIGC ha ritenuto prioritario garantire il rientro a casa di tutta la delegazione e ringrazia la federazione portoghese e la federazione tedesca per la collaborazione e la comprensione dimostrate in queste ore".