L'addio alla Roma, la Juventus e Cristiano Ronaldo. L'ultima tessera del mosaico di calciomercato che si muove sull'asse tra la Capitale e Torino è quella di Edin Dzeko. Il bosniaco, 34 anni, ha un contratto con i giallorossi fino al 2022  e in questa sessione di trattative si ritrova a fare i conti con l'ennesima ridda di indiscrezioni sul suo futuro: un anno fa era l'Inter la squadra che sembrava vicino all'ingaggio adesso sono i bianconeri a marcare stretta la punta giallorossa.

L'operazione Suarez e Dzeko "piano b" della Juve

Le ultime notizie in tempo reale aprono uno spiraglio: la difficoltà di sbrogliare la matassa Suarez (sono quattro i nodi da sciogliere affinché l'uruguagio si liberi dal Barcellona) rialzano le quotazioni dell'ex City e, con effetto domino, anche del trasferimento di Milik da Napoli a Roma.

Le cifre dell'operazione tra Juve e Roma per il bosniaco

Quali sono i termini del possibile accordo e le cifre dell'operazione? L'intesa tra la Juventus e la Roma è tracciata: 10 milioni più 2 di bonus è la somma che i bianconeri hanno messo a budget per perfezionare l'operazione. Soldi che permetteranno ai giallorossi di aggiungerli a corredo del cartellino di Cengiz Ünder, inserito nella transazione con gli azzurri. Quanto a Dzeko, a Torino percepirà lo stesso stipendio che guadagna attualmente nella Capitale (7.5 milioni di euro). Lui, per adesso, non si sbilancia e nell'immediata vigilia della sfida di Nations League contro l'Italia liquida le voci di mercato replicando in maniera diplomatica.

Ogni anno si parla di un mio addio alla Roma – ha spiegato il calciatore ai microfoni della Rai -. Non è questo il momento per parlare di mercato adesso penso alla partita della mia Nazionale e poi si vedrà. La possibilità di giocare con Cristiano Ronaldo? Posso dire che ho 34 anni, che mi sento bene e sono orgoglioso di questo.