E’ Gianluca Mancini il giocatore di Serie A che ha commesso il maggior numero di falli in campionato. Il centrale giallorosso precede Stefano Okaka che come attaccante, si è piazzato al secondo posto. La punta dell’Udinese è un’autentica sorpresa negativa dato che gli attaccanti non sono soliti fare falli. La conferma è invece Tomas Rincon, ancora presente ma solo al secondo posto al pari di Castrovilli. Ecco la top 5 completa.

Mancini è il più falloso della Serie A

Per un difensore sarà pure consuetudine, ma raggiungere quota 41 falli commessi in queste prime 20 giornate di campionati, non è roba da poco. Chiedere conferma a Gianluca Mancini che da baluardo della difesa giallorossa, è passato dall’essere un vero e proprio eroe per la curva di fede romanista. I suoi interventi decisi, concreti e determinanti, a volte però sono risultate troppi fallosi, tanto da costringere l’arbitro a fischiare il fallo. Come ad esempio lo sciocco fallo che qualche giornata fa, all’Olimpico contro la Spal, provocò il rigore, poi realizzato dagli ospiti, che per poco ha rischiato di compromettere la gara della squadra di Fonseca. Roba da poco secondo qualcuno, ma comunque Mancini farebbe meglio a regolarsi soprattutto in questo finale di stagione.

Castrovilli e Rincon secondi al pari della sorpresa Okaka

Un tridente di tutto rispetto al secondo posto di questa speciale classifica che vede protagonisti ben 2 centrocampisti e addirittura un attaccante. Ma andiamo con ordine. Con bene 38 falli commessi Gaetano Castrovilli, oltre a mettere in mostra le sue dosi, si è distinto anche per questa attitudine che ha un pò sorpreso il club viola. Ma con lui c’è anche Tomas Rincon, una sorta di abitudinario di questo tipo di classifica dato che il venezuelano è notoriamente uno dei giocatori più fallosi del campionato. A sorprendere però c’è proprio Okaka che con l’Udinese in fase realizzata si è un pò spento, ma sembra aver trovato, al contrario, un’inspiegabile vena fallosa che l’ha portato al pari dei due precedenti. Un fatto assolutamente eccezionale per una punta.

Il quartetto perfetto sul podio, Zaniolo compreso

Gradino più basso del podio un pò stretto invece, dato che è occupato da ben 4 giocatori. Il primo è Milan Skriniar, che al pari dei prossimi tre, ha commesso ben 36 falli. Ma se per il difensore dell’Inter, data la sua posizione in campo, il terzo posto più essere giustificato, non si può di certo dire lo stesso di Nicolò Zaniolo che, sembra quasi una beffa, proprio a causa di un infortunio dovrebbe saltare gli Europei 2020. Eppure proprio il talento della Roma si trova appaiato con 36 falli al pari di Rog e Milinkovic-Savic, sicuramente due centrocampisti di grande inventiva ma anche di rottura che proprio per arginare i contropiede avversari, si sono poi dovuti arrendere al fischio dell’arbitro per un fallo.

Milenkovic si piazza al quarto posto

Uno dei pochi giocatori ad aver giocato tutte e 20 le gare di campionato. E’ Nikola Milenkovic che si piazza al quarto posto in classifica. Il difensore della Fiorentina, solito anche a diversi cartellini gialli, si è distinto per aver commesso la bellezza di 35 falli. Sicuramente il giocatore è incappato in una stagione inizialmente storta per la Fiorentina che solo l’arrivo di Iachini adesso sta provando a risollevare. Di certo il terzetto difensivo, o a volte anche a quattro, i cui protagonisti sono quasi sempre lui, Pezzella e Caceres, ha risentito delle difficoltà di una stagione partita con grandi aspettative per poi cedere come un castello di sabbia dopo l’infortunio di Ribery e i gol mancate delle punte prima dell’arrivo provvidenziale di Cutrone.

Il giovane Depaoli chiude la top 5

Chiude invece la top 5 un altro giocatore che invece per via di un infortunio ha visto compromessa la sua stagione: Fabio Depaoli. L’esterno destro cresciuto nel Chievo che con la Sampdoria stava facendo anche bene e con Ranieri aveva anche trovato più spazi in fase di spinta. Lui, che di falli fino a prima dell’infortunio ne aveva commessi 34, si è dovuto arrendere ma siamo certi che tornerà più forte di prima. Resta la sua quinta posizione per falli commessi che al momento lo evidenzia comunque come uno dei giocatori più utilizzati.