Il futuro delle squadre italiane in Champions League è ancora tutt'altro che chiaro e definito. C'è sempre la ‘grana' Juventus che è in lotta con l'Uefa. I bianconeri sul campo hanno guadagnato l'accesso alla Coppa arrivando quarti in campionato ma potrebbero venire esclusi per la questione legata alla Super Lega e al contenzioso, insieme al Barcellona e al Real Madrid, che li escluderebbe dalla competizione. Alcune voci, avrebbero anche riportato che il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, avrebbe contattato proprio per questo motivo i vertici dell'Uefa, riguardo la possibilità di subentrare alla Juventus. Ma c'è stata la smentita ufficiale del club partenopeo.

Il Presidente Aurelio De Laurentiis non ha contattato la Uefa riguardo la possibilità di subentrare nella prossima edizione della Champions League. L’indiscrezione riportata da Bein Sports è priva di fondamento.

Così recita il comunicato che è stato emesso dalla società azzurra che ha voluto chiudere ancor prima che si innescasse un fastidioso effetto a catena, eventuali polemiche sulla propria posizione in tutta la vicenda. Il Napoli non ha contattato nessuno, attende l'evolversi della situazione, in attesa di capire cosa succederà. Di fatto, al momento, la Juventus è inserita nella lista delle squadre qualificate per la Champions League: anche se il presidente Ceferin continua a minacciare una possibile esclusione dei bianconeri e delle due spagnoli, di ufficiale non c'è ancora nulla.

Il rischio, comunque è alto perchè tra Juventus e Uefa c'è ancora moltissima acredine e le ultime dichiarazioni dei rispettivi presidenti confermano posizioni tra loro lontanissime e inconciliabili. Andrea Agnelli ha sottolineato il clima ostile, tra minacce e intimidazioni; Ceferin ha evidenziato a più riprese che non vuole più avere a che fare con il numero uno bianconero. La situazione dovrà però evolversi e prendere una piega ufficiale. Solo allora anche il Napoli conoscerà il suo destino europeo.