86 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Cristante dimentica Mourinho e esalta De Rossi: “Si sta rivelando la soluzione giusta”

Alla vigilia di Roma-Feyenoord hanno parlato De Rossi e Cristante, che ha analizzato il cambio sulla panchina giallorossa e ha esaltato il lavoro di DDR.
A cura di Vito Lamorte
86 CONDIVISIONI
Immagine

La Roma si prepara per ospitare il Feyenoord nella gara di ritorno dei play-off di Europa League. La partita d'andata si è chiusa con un buon pareggio per 1-1 a Rotterdam ma i giallorossi dovranno assolutamente vincere all'Olimpico per passare il turno. Nella conferenza stampa della vigilia hanno parlato l'allenatore Daniele De Rossi e uno dei calciatori più esperti come Bryan Cristante.

Proprio il centrocampista della Nazionale si è espresso così sulla sfida contro gli olandesi, che vedrà il record assoluto di presenze all'Olimpico: "È una cosa che fa la differenza, dobbiamo solo ringraziare i tifosi per questa atmosfera. L'unico modo che abbiamo per ripagare questo affetto è vincendo e passare il turno".

Immagine

Cristante è stato anche compagno di De Rossi e a chi gli chiede come lo ha trovato da allenatore risponde così: "L'ho trovato bene. Il mister è arrivato e non aveva bisogno di presentazioni. Arrivare a metà stagione in una situazione un po' difficile con calciatori con cui ha giocato o fatto il collaboratore poteva avere le sue indisse. Invece ha trovato l'equilibrio per gestire il gruppo e non era scontato. Siamo felici di quello che stiamo costruendo e diventando. Si sta rivelando la soluzione giusta, è stata presa una decisione dalla proprietà in un momento difficile, poteva sembrare azzardata come scelta e invece penso che si stia rivelando quella giusta”.

Daniele De Rossi ha parlato così del Feyenoord e dell'importanza di questa partita: "Dal punto di vista delle formazioni, se recuperano due-tre giocatori, potrebbero cambiare i valori in campo, ma l’atteggiamento potrebbe essere simile. Se vedremo una partita simile a quella dell’andata, non sarebbe una follia. Sarà una partita decisiva. Vogliamo continuare. Sentiamo il brivido in più delle partite da dentro o fuori".

L'allenatore della Roma si è soffermato anche sull'importanza di due ‘singoli' come Lukaku e Dybala per la squadra: "Dobbiamo analizzare oltre al semplice gol. Io valuto le prestazioni, e loro due stanno entrando nella mia idea. Sono contento di loro". 

DDR ha risposto anche alla possibilità di vedere Ndicka, rientrato dalla Coppa d'Africa, e sulla situazione di Smalling, che si è rivisto a Frosinone in campo dopo diversi mesi: "Non sarà al 100%; ha avuto la febbre. Si è allenato ieri. Mentre l'ingresso di Smalling e il passaggio a tre era dovuto all'obbiettivo di farlo rientrare in campo".

86 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views