Marek Hamsik – Foto da ’Cas.sk’
in foto: Marek Hamsik – Foto da ’Cas.sk’

Il virus che ha colpito la Cina e che tanto sta facendo preoccupare tutto il mondo, ha finito per influenzare le scelte di molti protagonisti del calcio. Dopo il mancato trasferimento di Javier Pastore (per il quale la Roma aveva già trovato un accordo con un club cinese), e l'intenzione dei due italiani Graziano Pellè e Stephan El Shaarawy di lasciare il paese orientale e tornare in Italia, anche Marek Hamsik ha deciso di fare ritorno in patria allontanandosi momentaneamente dalla Cina e dall'epidemia del Coronavirus. L'ex giocatore del Napoli, passato al Dalian Yifang nel gennaio dello scorso anno dopo aver firmato un contratto triennale da 9 milioni l’anno, ha infatti preferito tornare a casa dai genitori per evitare problemi.

La preoccupazione del padre di Marekiaro

"Marek era volato in Cina, dove è rimasto per due settimane, ed era pronto a partire con la squadra per il ritiro in Spagna. Poi, però, è arrivato il virus – ha spiegato il padre Richard, al giornale slovacco ‘Cas.sk' – I compagni di Marek al momento sono ancora sotto osservazione, lui non ha avuto problemi a tornare. Doveva partire per il ritiro mercoledì ma il club ha spostato la partenza a sabato proprio per i controlli".

La federazione cinese ha sospeso il campionato

"Possiamo solo dedurre che tutta questa storia sia legata al virus – ha concluso Richard Hamsik – Neanche Marek ha notizie certe (o non vuole dircele), ma siamo comunque preoccupati". Secondo la stampa slovacca, l'ex capitano del Napoli dovrebbe comunque raggiungere i compagni per il ritiro in Spagna, in vista della ripresa del campionato il 22 febbraio: data però ancora da confermare, perché al momento la federazione cinese ha deciso di rinviare tutte le partite della Chinese Super League in programma nel 2020