Una certezza c'è: le semifinali di ritorno di Coppa Italia si giocano mercoledì 4 (Juventus-Milan) e giovedì 5 marzo (Napoli-Inter) sia pure con le limitazioni previste nel decreto del governo a causa dell'emergenza Coronavirus (qui tutte le ultime notizie in tempo reale). Porte aperte all'Allianz Stadium di Torino e al San Paolo ma con il divieto di andare in trasferta imposto ai tifosi residenti in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna. Il primo passo d'avvicinamento alla disputa dei match è la designazione degli arbitri e delle rispettive "squadre" di collaboratori tra campo e cabina di regia del Var.

  • Sarà Gianluca Rocchi di Firenze a fischiare mercoledì sera (ore 20.45) in Juventus-Milan (1-1 il risultato dell'andata a San Siro che favorisce i bianconeri). Gli assistenti di linea saranno Luca Mondin di Treviso e Mauro Galetto di Rovigo. Il quarto uomo sarà Davide Massa di Imperia. Gianluca Aureliano di Bologna è l'arbitro incaricato al Var e sarà assistito da Stefano Alassio di Imperia.
  • A Daniele Doveri è toccata Napoli-Inter, in programma giovedì 5 marzo (ore 20.45) al San Paolo (0-1 al "Meazza" il risultato dell'andata che vede i partenopei con i favori del pronostico per la qualificazione alla finale). A coadiuvare il direttore di gara ci saranno Del Giovane e Cecconi quali assistenti di linea. Il quarto uomo dell’incontro sarà Mariani. A Irrati la responsabilità del Var in collaborazione con Giallatini.

Si gioca ed è già tanto rispetto alle voci che avrebbero voluto addirittura lo slittamento delle due gare a metà maggio: era questa una delle ipotesi al vaglio dopo il caos delle partite rinviate in campionato. Finale in programma – almeno sulla carta – il 13 maggio ma è difficile che data e sede vengano rispettate alla luce di quanto sta accadendo. Possibile che la sfida venga differita di una settimana e che muti anche l'impianto (dal "Meazza" di Milano al "San Nicola" di Bari sono diverse le opzioni al vaglio).