L'estate scorsa Rick Karsdorp era a un passo dall'Atalanta. Gasperini aveva individuato in lui quell'esterno destro ideale per il suo gioco spumeggiante sulle fasce. Hateboer aveva dichiarato pubblicamente di andare via e allora ecco che l'esterno olandese rappresentò subito una prima scelta per il club della Dea. Ma non aveva fatto i conti con la Roma, proprietaria del cartellino, che dopo averlo girato in prestito al Feyenoord nella scorsa stagione per farlo riprendere dopo l'infortunio, si è ritrovata in casa un calciatore rigenerato, completamente nuovo e pronto finalmente per la Serie A.

Con la cura di Paulo Fonseca è tornato a fare la differenza, proprio come si auspicava il club giallorosso quando l'acquistò nel 2017. Ha iniziato il 2021 così come aveva concluso il 2020: con un assist per Dzeko. Suo il passaggio decisivo per la rete del bosniaco nell'ultima dell'anno contro il Cagliari all'Olimpico, suo l'ennesimo assist per il centravanti giallorossi che ha segnato il gol decisivo nella vittoria per 1-0 contro la Sampdoria che ha permesso alla Roma di correre in solitaria al terzo posto. Un giocatore ritrovato che deve tutto alla sua costanza e determinazione e che adesso ha solo in mente di portare la Roma sempre più in alto.

La rinascita di Rick Karsdorp alla Roma

La Roma acquistò Karsdorp nella stagione 2017/2018 prima di perderlo subito per infortunio. La ripresa fu lenta e il rientro in campo nell'annata 2018/2019, portò all'Olimpico un giocatore ancora a caccia della migliore condizione. Con Di Francesco prima e Ranieri poi, fu impiegato sempre nel ruolo di terzino destro in una difesa a quattro. Una posizione che ha poi ricoperto anche nel Feyenoord, in Olanda, la stagione successiva, quando la Roma lo girò in prestito al club da cui l'aveva comprato.

Le 15 presenze stagionali in campionato in Olanda, con tanto di 1 gol e 3 assist, hanno poi convinto la Roma a riportarlo alla base questa estate. E Fonseca si è ritrovato in squadra un giocatore perfetto per il suo gioco: abile in fase difensiva e devastante dal punto di vista offensiva con la sua velocità. L'Atalanta aveva quasi perfezionato il suo acquisto nello scorso mercato, prima di scontrarsi con alcuni problemi che poi hanno fatto saltare l'affare. E così la Roma ha evitato uno dei più grossi errori degli ultimi anni.

Oggi Karsdorp è un giocatore nuovo, capace di saltare l'uomo, intelligente in fase di ripiegamento e abile in zona gol. Suoi gli ultimi assist per Dzeko che hanno portato alla Roma 6 punti. Contro il Cagliari nell'ultima gara del 2020 e contro la Sampdoria nella giornata di ieri in cui ha permesso all'attaccante giallorosso di ribadire in rete una palla al bacio servita da destra in velocità. Fonseca ha il merito di averlo valorizzato al meglio e Karsdorp è stato bravo a lavorare per riprendersi la Roma segnando ad oggi la bellezza di 4 assist in 12 partite di campionato.