Dall'urna di Nyon per la Roma di Paulo Fonseca è uscita l'Ajax. Nei quarti di finale dell'Europa League 2020/2021 i giallorossi se la dovranno vedere contro la squadra di Erik ten Hag, che ha già incontrato una squadra italiana in Champions League ma ha chiuso al terzo posto il girone con l'Atalanta e il Liverpool. Il club olandese, che è uno dei più prestigiosi d'Europa per il suo blasone e la sua storia, è sempre un cliente difficile da affrontare e due stagioni fa ha sfiorato la finale di Champions, dopo aver eliminato Juventus e Real Madrid, ma di quella squadra alcuni protagonisti sono andati via (de Ligt, de Jong, van de Beek e Ziyech su tutti) e c'è stato qualche cambiamento in difesa e in mezzo al campo.

Il faro da cui attingono luce costantemente i lancieri è il capitano Dusan Tadic, che è il riferimento tecnico e temperamentale dell'Ajax 2.0 di ten Hag. Il tridente offensivo formato da Neres, Antony e, appunto, Tadic è sempre pericoloso e può sfoggiare velocità e tecnica. Tre dei calciatori di cui si parla di più in prospettiva sono Ryan GravenberchBryan Brobbey, centrocampista e attaccante del 2002, e Lassina Frank Traoré, centravanti classe 2001 che in questa stagione ha realizzato 8 gol in 16 partite. Essendo a fine Brobbey è già d'accordo con il Lipsia per il prossimo anno, quindi tenterà di mettersi in mostra in Bundesliga. La difesa deve fare a meno di Onana, portiere che aveva stupito tutti nelle passate stagioni ma che è squalificato per doping per 12 mesi e al suo posto sta giocando l'ex romanista Stekelenburg.

La linea difensiva può contare su due centrale interessanti come Lisandro Martinez e Edson Álvarez, che danno sicurezza ma ogni tanto peccano in concentrazione. Sulla corsia di destra si muove Devyne Rensch, classe 2003; e sulla sinistra c'è Nico Tagliafico, laterale titolare della nazionale argentina. In mezzo al campo, oltre al già menzionato Gravenberch, ci sono Davy Klaassen e Daley  Blind; uomini che garantiscono creatività ed equilibrio. Non potrà esserci il centravanti Sebastian Haller, acquistato nella sessione invernale ma non è stato inserito nella lista UEFA per errore.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Stekelenburg; Rensch, Alvarez, Martinez, Tagliafico; Gravenberch, Klaassen, Blind; Antony, Tadic, Neres.