Tragedia nel campionato colombiano. Durante la gara tra l'Atlético Bucaramanga e l'Envigado ci sono stati scontri nella tribuna meridionale dello stadio Alfonso López e un tifoso di 32 anni è morto dopo essere caduto dalla tribuna. L'uomo è stato subito trasferito nelle strutture dell'ospedale universitario di Santander ma lì hanno confermato il decesso dopo la caduta da un'altezza di circa 10 metri e in seguito al colpo alla testa che ha subito dopo l'impatto. Davvero una bruttissima notizia, l'ennesima che arriva dall'America Latina di questo tipo.

Gli scontri dopo la partita

Come se tutto ciò non bastasse, la partita ha dovuto fermarsi per alcuni minuti a causa dei disordini verificatisi negli ultimi minuti in una delle aree dello stadio, quando la partita era sul 2 a 3 a favore dell'Envigado: i fan del Bucaramanga e la Polizia si sono scontrati e le forze dell'ordine hanno cercato di stoppare queste manifestazioni di violenza, con i supporter di cada che lo hanno attaccati con pugni e calci oltre ai bastoni.

Dopo gli scontri all'interno dell'impianto, anche fuori dallo stadio c'è stata tensione e violenza: l'incontro si è concluso con una nuova sconfitta per l'Atletico Bucaramanga e questa risultato negativo ha portato alle manifestazioni violente dei tifosi. A questo proposito, l'allenatore dei Leopardos, Sergio Novoa, ha chiesto loro di "comportarsi in modo consono e senza eccessi " quando vanno ad incoraggiare la squadra, per evitare situazioni spiacevoli, oltre a cercare di posizionarsi in un posto dello stadio "dove non ci sono pericoli".