La Lazio non va oltre l'1-1 contro il Bruges in Belgio. Un buon risultato per la squadra di Simone Inzaghi falcidiata dagli infortuni e dai possibili contagi da Covid-19 che hanno reso impossibile la trasferta ai biancocelesti. C'ha pensato Correa, inizialmente, a mettere subito la partita nel binario giusto con il gol che ha sbloccato la gara.

Poi il pareggio di Vanaken su calcio di rigore (dopo il consulto dell'arbitro con il Var) che ha mandato le due squadre nello spogliatoio al termine dei primi 45′. Il risultato, nonostante alcune occasioni nella ripresa, resterà invariato. La Lazio è ora a 4 punti in classifica nel girone, al primo posto insieme ai belgi. Questo risultato punto rappresenta ora uno spartiacque importante per il prosieguo della stagione dei biancocelesti in Champions League che nella prossima giornata se la dovranno vedere con lo Zenit.

Il primo tempo si è concluso con il punteggio di 1-1

La Lazio nella prima frazione è riuscita a passare in vantaggio con Correa, su assist di Marusic, che ha sbloccato il risultato con un gran sinistro dal limite capace di battere Mignolet. In precedenza, sempre l'argentino, si era reso pericoloso con un'altra conclusione dalla distanza, questa volta neutralizzata dal portiere del Bruges. I biancocelesti si sono mostrati propositivi e molto equilibrati, soprattutto nella fase di impostazione, senza scoprirsi molto evitando agli avversari di compiere sortite offensive pericolose.

Nulla da fare però sul rigore realizzato da Vanaken che arriva dopo il consulto dell'arbitro con il VAR. Taylor ha infatti concesso il penalty dopo una spinta di Patric in area. Vanaken ha pareggiato la gara con le squadre che hanno chiuso la prima frazione sull'1-1. Primi 45′ molto equilibrati coi belgi però più propositivi mentre la Lazio appare attenta in fase di non possesso e potenzialmente pericolosa in campo aperto.

Nel secondo tempo il risultato resta invariato

Nella ripresa le due squadre non riescono a trovare la via del gol nonostante le diverse occasioni avute. Specie i padroni di casa che sprecano diverse occasioni rocambolesche con Dennis, Sobol e Vormer. La Lazio soffre, Inzaghi inserisce Muriqi e Pereira ma perde Caicedo per un problema alla spalla, sostituito dal giovane Czyz. I biancocelesti hanno però avuto la possibilità di portarsi in vantaggio con Milinkovic-Savic, ma il serbo, imbeccato benissimo da Acerbi, non è stato fortunato non trovando la via del gol: Mignolet gli ha infatti sbarrato la strada.

Reina poi ha contribuito ha lasciare invariato il risultato con una gran parata su Ritz che aveva indirizzato bene di testa. L'estremo difensore spagnolo si era fatto trovare preparato anche al 60′ su una conclusione di Bonaventure che da posizione defilata, provando a calciare, ha trovato il portiere della Lazio bravo a deviare con un piede in angolo. La Lazio può comunque dirsi soddisfatta per aver conquistato 1 punto che vuol dire molto per la classifica nonostante la vittoria del Borussia Dortmund.