487 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Cesari e Ordine, lite furibonda in diretta sul rigore di Milan-Atalanta: “Devi chiedermi scusa”

Nel corso del programma di Italia 1 Pressing c’è stata una feroce litigata tra l’ex arbitro Graziano Cesari e il giornalista Franco Ordine. Argomento del contendere il rigore assegnato all’Atalanta contro il Milan.
A cura di Alessio Morra
487 CONDIVISIONI
Immagine

La decisione dell'arbitro di Orsato di assegnare un rigore per un fallo di Giroud su Holm in Milan-Atalanta ha prodotto notevoli discussioni e ha innescato una furiosa litigata in TV a Pressing tra l'ex fischietto Graziano Cesari, da anni moviolista, e il giornalista Franco Ordine. Nel post-partita si era lamentato anche l'allenatore rossonero Pioli.

L'episodio clou di tutto il weekend calcistico, quantomeno a livello arbitrale, è quello relativo al calcio di rigore assegnato all'Atalanta nella sfida di San Siro. Una decisione che innescato discussioni. Cosa è successo? Sugli sviluppi di un corner Giroud va in contrasto con Holm, che viene leggermente colpito sulla spalla sinistra. Orsato lascia correre, poco dopo, però, viene chiamato a rivedere le immagini e a quel punto assegna il rigore. A norma di regolamento la decisione è corretta. Perché l'intervento di Giroud è imprudente. La trasformazione produce l'1-1 finale.

Naturalmente di quel calcio di rigore se n'è parlato tanto in televisione e a Pressing, programma di Italia 1, i toni si sono accesi, e pure troppo, quando si è passati a commentare la decisione di Orsato. Il giornalista critica la direzione di Orsato, che per lui avrebbe sbagliato nell'ammonire Leao e che invece avrebbe dovuto estrarre il giallo per un difensore dell'Atalanta: "Stasera era fuori sintonia. E aggiungo: quel rigore lì, Orsato se non viene richiamato dal VAR non lo dà nemmeno sotto tortura".

Immagine

Cesari però non ci sta e risponde a Franco Ordine: "Non dite così, avete la memoria corta". L'ex fischietto ligure prova o meglio mostra una prova a favore della sua tesi e cioè il rigore assegnato sempre da Orsato nel derby di Coppa Italia tra Lazio e Roma. Penalty decisivo ai fini del risultato, con un tocco nell'area di rigore giallorossa inizialmente non giudicato falloso, ma che dopo la visione al VAR è diventato falloso. Da quel momento in poi si scatena il finimondo ed è costretto a intervenire anche Massimo Callegari, telecronista Mediaset e conduttore del programma.

Immagine

I toni si alzano. Si invoca la calma. Cesari dice: "State facendo cattiva informazione". Ordine si infuria: "Ho detto un'altra cosa", e lo ripete più volte, aggiungendo: "Devi chiedermi scusa, devi chiedermi scusa". Poi i due si placano. Ordine ribadisce due concetti: "Cesari deve chiedermi scusa" e "Orsato senza il VAR non avrebbe assegnato il rigore". Cesari mette il punto esclamativo dicendo: "Orsato arbitra con il regolamento in tasca". La discussione continua ancora per un minuto abbondante, ma su toni più soft.

487 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views