Il Porto ha vinto ancora una volta il campionato portoghese, lo ha fatto con un gran finale e si è messo alle spalle il Benfica, rivale di sempre che ha finito il campionato con un traghettatore e che nella prossima stagione riavrà in panchina il totem Jorge Jesus, di ritorno dall'esperienza in Brasile con il Flamengo. Una nota lieta per il club di Lisbona c'è perché tra i tre calciatori che hanno vinto il titolo dei capocannonieri c'è anche il centravanti Carlos Vinicius, calciatore che è stato per un paio di stagioni di proprietà del Napoli, ma che con i partenopei non ha giocato nemmeno una partita.

Vinicius capocannoniere in Portogallo

Quest'anno si è esaltato questo ragazzo di venticinque anni che ha vinto il titolo dei cannonieri nel campionato portoghese, realizzando 18 gol. Lo scettro di re dei bomber lo hanno vinto in tre. Perché oltre a Vinicius hanno realizzato 18 reti anche il centrocampista offensivo della nazionale del Portogallo Pizzi, che gioca pure lui con il Benfica, e Mehdi Taremi, attaccante iraniano del sorprendente Rio Ave, che all'ultima giornata ha ottenuto un posto in Europa League. Pizzi è stato fondamentale per Vinicius che ha beneficiato di tanti assist. Ma il titolo di capocannoniere dell'ex calciatore del Napoli vale tanto perché non ha trasformato nemmeno un calcio di rigore, a differenza degli altri bomber stagionali.

Chi è Vinicius, bomber transitato dal Napoli

Classe 1995, Vinicius è un giocatore brasiliano che il Napoli pescò dal Real Sport Clube, Giuntoli e il suo staff lo acquistarono ma lo lasciarono in prestito fino al termine della stagione 2017-2018. Con il Napoli effettuò, agli ordini di Ancelotti, il ritiro pre-campionato, ma poi fu ceduto al Rio Ave, segnò a raffica prima di passare al Monaco, che aveva bisogno di gol salvezza. La scorsa estate è stato ceduto a titolo definitivo al Benfica, che lo ha pagato 17 milioni di euro.