Probabilmente se l'era immaginato diversamente il suo ritorno alla Juventus. Gigi Buffon era tornato in Italia dopo la parentesi di un anno al Paris Saint-Germain con l'obiettivo di vincere tutto ma le prime due finali giocate dai bianconeri non sono andate come sperava. Se a Riyadh era rimasto in panchina a guardare la Lazio vincere la Supercoppa Italiana, ieri sera l'ex numero uno della Nazionale Italiana ha giocato la finale di Coppa Italia che ha visto la Vecchia Signora soccombere ai calci di rigore per 4-2.

Il 42enne portierone di Carrara è stato il migliore in campo dei suoi allo stadio Olimpico di Roma e ha evitato che la Juve capitolasse sotto i colpi del Napoli già nei 90′. Se nulla avrebbe potuto sulla bella punizione di Insigne che si è stampata sul palo, nonostante il bel volo verso l'incrocio dei pali; Buffon si è fatto trovare pronto sulle conclusioni dello stesso capitano azzurro e di Demme e nella seconda parte di tempo sul tiro di Politano e sulla enorme occasione firmata Maksimovic-Elmas. In occasione di quest'ultima situazione il numero 77 della Juventus ha prima evitato che il colpo di testa del difensore azzurro finisse in rete pur avendolo visto sbucare alla fine tra i calciatori posizionati in area e poi ha sventato il pericolo sul Elmas riuscendo miracolosamente a deviare sul palo un tiro a botta sicura da pochi passi. Il portiere bianconero non è riuscito a incidere nel corso della sequenza dei calci di rigori, nonostante il tiro a incrociare di Politano l'avesse quasi preso.

In tanti, anche sui social, hanno notato soprattutto il suo essere molto presente a livello vocale nel corso del match ma Gianluigi Buffon ha dimostrato ancora una volta il suo valore: la classe, la costanza e la sua grande voglia di giocare a calcio nonostante molti gli abbiano spesso consigliato di smettere gli permettano di mantenersi sempre a ottimi livelli.