C'è grande interesse intorno a futuro di Lionel Messi. Il fuoriclasse argentino sembra essere al centro di una situazione poco piacevole al Barcellona dopo la discussione con l'ex compagno Eric Abidal e i continui rumors che lo darebbero in partenza la prossima estate per una nuova parentesi della sua vita calcistica. La Pulce è stato accostato a tanti club e proprio di questo ha parlato Ariedo Braida, ex consulente di mercato del Barça, nel corso della trasmissione Radio Anch’io Sport. Per l'ex dirigente le possibilità di vedere il numero 10 argentino lontano dalla Catalogna sono piuttosto remote ma non è del tutto impossibile:

Leo è un giocatore straordinario, copre tutti gli errori che si fanno. Ma credo che stia troppo bene a Barcellona, è un ambiente in cui vive bene con la sua famiglia, è lì da quando aveva 13 anni. E’ molto, molto difficile ma non è da escludere, nel calcio è tutto possibile. Chi potrebbe permetterselo? Le società con i fatturati maggiori. Penso alle inglesi ma anche l’Italia, perché no. Con Messi avrebbero uno sviluppo pazzesco a livello commerciale. È molto difficile che vada via, ma non impossibile. Se dovesse scegliere l’Italia da milanista lo vedrei meglio nel Milan, ma sono Juve e Inter le squadre che potrebbero prenderlo.

Quanto costa Leo Messi e chi può permetterselo

Tra ingaggio e bonus vari, Lionel Messi costa al Barcellona oltre 100 milioni di euro all'anno e nelle sue tasche finisce un guadagno netto di poco più di 50 milioni di euro. Si tratta di cifre stellari che soltanto i catalani, con un fatturato da oltre 800 milioni annui, possono permettersi di pagare. Il Barça è la società calcistica che fa registrare i ricavi più alti al mondo (l'ultima rilevazione Deloitte ha stimato in 840 milioni gli introiti nella passata stagione) e sono pochissime le altre destinazioni realistiche sul piano finanziario: tolto il Real Madrid, per ovvie ragioni, solo il Manchester United supera i 700 milioni di fatturato; mentre un gradino sotto ci sono Bayern Monaco, Manchester City, Paris Saint-Germain e Liverpool, tutte con fatturato superiore ai 600 milioni. Ma siamo già al limite. Sulla base di queste cifre Messi è fuori dalla portata di Juventus e Inter.