15 Luglio 2021
21:19

Arthur si opera alla cartilagine tra tibia e perone: i tempi di recupero del calciatore della Juve

Non sono servite le terapie e il lavoro per far migliorare la situazione della cartilagine tra tibia e perone: Arthur si sottoporrà ad una operazione chirurgica nelle prossime ore e dovrebbe stare fermo per almeno due mesi. Dopo l’ultimo consulto al J Medical il verdetto per il brasiliano è stato inequivocabile.
A cura di Vito Lamorte

Arthur dovrà operarsi. Non sono servite le terapie e il lavoro per far migliorare la situazione della cartilagine tra tibia e perone del centrocampista brasiliano della Juventus, che si sottoporrà ad una operazione chirurgica nelle prossime ore e dovrebbe stare fermo per almeno due mesi. Non inizia nel migliore dei modi la seconda stagione in Italia dell'ex calciatore del Barcellona e del Gremio.

Il problema fisico del calciatore classe 1996 risale allo scorso inverno, precisamente alla sfida tra Juventus e Atalanta di metà dicembre: Arthur ha subito un intervento scomposto del difensore della Dea Cristian Romero ma, nonostante all'inizio non sembrava nulla di grave, la situazione si è complicata con il passare delle settimane. Il numero 8 per giocare ha tentato le terapie conservative e queste gli hanno permesso di essere a disposizione di Andrea Pirlo per il ritorno degli ottavi di Champions League.

Da quel momento in poi, il centrocampista brasiliano ha giocato a singhiozzo per chiudere la stagione ma la decisione in merito alle sue condizioni sembrava categorica: l'operazione era stata scongiurata e sembrava non esserci spazio per altre scelte perché avrebbe avuto il tempo necessario per smaltire il problema ed essere pronto per l’inizio della nuova stagione. Arthur, dopo non essere stato inserito tra i convocati di Tite per la Copa America, si è riposato e ha lavorato per farsi trovare pronto per la nuova annata calcistica ma il dolore non gli ha mai dato tregua e dopo l'ultimo consulto al J Medical il verdetto è stato inequivocabile. L'ultimo tentativo di evitare l’operazione non è servito e così è arrivata la decisione di ricorrere all’intervento chirurgico. Il calciatore di Goiânia inizia in salita anche il suo secondo anno in bianconero e adesso la Vecchia Signora dovrà operare sul mercato per ovviare anche a questa assenza a centrocampo, reparto dove sono già previsti dei movimenti.

Brutta caduta e frattura a tibia e perone per Davide Rebellin, a 50 anni la sua carriera è a rischio
Brutta caduta e frattura a tibia e perone per Davide Rebellin, a 50 anni la sua carriera è a rischio
Lesione muscolare per Luis Muriel, l'Atalanta: "I tempi di recupero non saranno brevi"
Lesione muscolare per Luis Muriel, l'Atalanta: "I tempi di recupero non saranno brevi"
Il mercato della Juve si è chiuso con un esercito nascosto di 34 calciatori in prestito
Il mercato della Juve si è chiuso con un esercito nascosto di 34 calciatori in prestito
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni