6 Luglio 2021
11:30

Arthur rischia l’operazione, la Juventus può perderlo per l’inizio di stagione

Arthur, centrocampista brasiliano della Juventus, potrebbe ricorrere a un intervento chirurgico per risolvere la calcificazione di natura post traumatica a livello della membrana interossea (fra tibia e perone della gamba destra) che non gli consente di esprimersi ai suoi livelli dallo scorso febbraio. Dopo aver inizialmente optato per una terapia conservativa in quanto sperava in una convocazione in Copa America, se il dolore dovesse persistere anche durante il ritiro estivo, potrebbe decidere di operarsi.
A cura di Valerio Albertini

Arthur potrebbe operarsi. Il centrocampista brasiliano della Juventus potrebbe optare per l'intervento chirurgico per risolvere la calcificazione di natura post traumatica a livello della membrana interossea (fra tibia e perone) che lo tormenta dallo scorso febbraio e gli ha impedito di trovare continuità nella seconda parte della stagione bianconera. In inverno ha scelto la terapia conservativa per provare a convivere con il dolore e sperare in una convocazione per la Copa America che, però, non è arrivata. Nemmeno le onde d'urto sono riuscite a ridurre il fastidio alla gamba destra, che non gli ha consentito di esprimersi ai suoi livelli. Il brasiliano ha scelto comunque di stringere i denti, ma ha potuto giocare solo a singhiozzo e, non ha né risolto un problema che continua a tormentarlo tuttora, né ricevuto la chiamata della nazionale brasiliana.

Per questo motivo, in questi giorni, nei quali si sta allenando in Spagna con i suoi preparatori, è tornata in auge l'ipotesi dell'intervento chirurgico. Arthur si presenterà al ritiro della Juventus con partenza a metà luglio e testerà sul campo le condizioni della sua gamba destra. Se le risposte dovessero essere negative, si procederà con un'operazione che lo terrà lontano dal calcio per un breve periodo di tempo, ma risolverà definitivamente un infortunio causato da una comunissima botta tra tibia e perone, trasformatasi, però, in una fastidiosa calcificazione.

La prima stagione in Italia e il futuro con Allegri

D'altra parte, anche la Juventus ha tutto l'interesse affinché il brasiliano recuperi la sua condizione migliore, dopo averlo pagato 72 milioni di euro la scorsa estate, nell'ambito di uno scambio con Miralem Pjanic. La prima stagione in Italia di Arthur non è stata facile. Se nel girone d'andata si era imposto come titolare nello scacchiere di Andrea Pirlo, che aveva cucito per lui il ruolo di regista, in quello di ritorno non è riuscito a esprimersi con continuità, totalizzando 32 presenze in tutte le competizioni, condite da appena un gol.

Ora, dovrà riuscire a convincere Max Allegri a puntare su di lui, anche se difficilmente sarà confermato davanti la difesa. Il tecnico livornese ama un prototipo di giocatore diverso in quella zona e il brasiliano potrebbe essere dirottato nel ruolo di mezzala, dove si giocherebbe il posto con Rodrigo Bentancur, Adrien Rabiot e Weston McKennie. Molto dipenderà anche dalle mosse di mercato della Juve a centrocampo, visto che i bianconeri sembrano intenzionati a prendere almeno un uomo in mezzo, con Manuel Locatelli in pole.

La lista della Juventus per la Champions League: tra i 23 convocati c'è anche Arthur
La lista della Juventus per la Champions League: tra i 23 convocati c'è anche Arthur
Gli errori di Szczesny aumentano i rimpianti per Donnarumma, ma non per la Juve: "Era senza senso"
Gli errori di Szczesny aumentano i rimpianti per Donnarumma, ma non per la Juve: "Era senza senso"
Allegri descrive così la lite con Spalletti: "Un bisticcio tra toscani"
Allegri descrive così la lite con Spalletti: "Un bisticcio tra toscani"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni