Anche i calciatori della Roma si sono inginocchiati prima dell'allenamento del martedì e hanno mostrato così il proprio supporto a tutti quelli che vogliono avere giustizia per George Floyd. Parecchi calciatori, inclusi Mkhitaryan e Smalling, hanno postato sui rispettivi account social le immagini. La stessa cosa l'hanno fatta anche i calciatori del Torino.

I calciatori della Roma si inginocchiano

Hanno seguito l'esempio di Liverpool e Chelsea anche due squadre di Serie A: la Roma e il Torino. Prima dell'allenamento al centro tecnico ‘Fulvio Bernardini' di Trigoria il tecnico portoghese Paulo Fonseca e i calciatori si sono inginocchiati alla ‘Kaeprnick' e in quel momento è stata scattata una foto, diffusa sui profili social ufficiali della Roma con lo slogan #BlackLivesMatter. Il messaggio del club giallorosso: "L'allenatore della Roma, Paulo Fonseca, e i suoi giocatori oggi si sono inginocchiati prima dell'allenamento come segno di supporto per #BlackLivesMatter".

Un ginocchio contro il razzismo anche i calciatori del Torino

Nella storico impianto del Filadelfia i calciatori granata si sono voluti inginocchiare, anche la loro foto è stata pubblicata sui social e in italiano e in inglese è stata pubblicata la stessa frase: "Contro il razzismo. Ogni volta, ovunque". Complimenti anche al club granata.

Against racism. Everytime, everywhere. Black Lives Matter #SFT

A post shared by Torino Football Club (@torinofc1906) on

Chelsea e Liverpool i primi a inginocchiarsi

I primi erano stati i giocatori del Liverpool che si erano inginocchiati alla ‘Kaepernick' nel cerchio di centrocampo prima dell'allenamento e si sono fatti fotografare in quella posizione. La stessa cosa l'hanno fatta i calciatori del Chelsea, che su Twitter si sono inginocchiati a testa bassa facendo proprio il movimento dei ‘Black Lives Matter'. Il centrocampista Loftus-Cheek ha scritto:  "Quando è troppo è troppo. Siamo umani, tutti. E insieme siamo più forti".