152 CONDIVISIONI
19 Aprile 2022
14:52

Allegri porta l’emergenza della Juventus su livelli drammatici: “Arthur è morto”

Massimiliano Allegri ha presentato la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Juventus e Fiorentina dopo la rocambolesca vittoria bianconera nel primo match.
A cura di Vito Lamorte
152 CONDIVISIONI

La Juventus vuole prendersi la finale di Coppa Italia per tentare di conquistare un trofeo in questa stagione che sta scivolando via con poche gioie e molti dolori. I bianconeri ospiteranno la Fiorentina per la semifinale di ritorno all'Allianz Stadium e partono dalla vittoria per 1-0 della sfida d'andata: un vantaggio importante ma che non permette alla Vecchia Signora di dormire sonni tranquilli. Alla vigilia del match ha parlato Massimiliano Allegri, che in merito alla gara si è espresso così: "Domani partita difficile, la Fiorentina è in forma e sta facendo una grande stagione. Italiano sta facendo un ottimo lavoro, domani ci si gioca la finale. All’andata gara più bloccata, domani penso completamente diversa".

La Juve è in difficoltà a centrocampo, dove deve fare i conti con le assenze di Weston McKennie e Manuel Locatelli e gli unici a disposizione sono Zakaria e Rabiot. Allegri sperava di recuperare Arthur ma il brasiliano non è disponibile per la gara con la Viola: "Arthur è morto, ne ho due. Danilo possiamo rivederlo a centrocampo, vediamo dove. Poi ho anche Miretti. Non lamentiamoci, ne abbiamo in abbondanza”.

In merito alla formazione che scenderà in campo ha risposto così: "Bonucci domani giocherà titolare come Perin".

Nelle scorse ore si è parlato molto delle parole di Lapo Elkann dopo il pareggio contro il Bologna in campionato ma il tecnico livornese non ha voluto commentare: "Non commento. Lapo è uno dei primi tifosi della Juventus, in maniera affettuosa ha espresso il suo pensiero. Questo è un momento decisivo della stagione e dobbiamo pensare a fare. Dobbiamo arrivare fra le prime quattro e in finale di Coppa Italia, poi faremo valutazioni su come abbiamo lavorato. Alla Juventus bisogna lavorare sempre per vincere, i bilanci si fanno a fine stagione".

Proprio in merito alla prestazione nell'ultima gara Allegri ha detto di aver esaminato le cose fatte dai suoi calciatori: "Abbiamo analizzato la partita. Abbiamo visto il video e la cosa che abbiamo fatto meno bene è che nel primo tempo siamo stati passivi in fase difensiva. già nel primo tempo nella prestazione brutta la squadra ha creato occasioni favorevoli. Va migliorata la precisione e l'efficacia. Nel calcio quello che conta è la differenza reti, quello ti porta a ottenere i risultati. Noi dobbiamo migliorare".

A chi gli chiede se la Juventus poteva fare di più in questa stagione risponde così: "La Coppa Italia se la vinci non conta niente, se la perdi hai fallito. In campionato bisogna pensare ad arrivare fra le prime quattro, a inizio gennaio nessuno si sarebbe aspettato la Juve in questa posizione a cinque giornate dalla fine. Il campionato è equilibrato, gli episodi fanno la differenza. Noi non abbiamo vinto delle partite giocate bene, sicuramente ci è mancato quel qualcosa in più per far sì che quelle gare le vincessimo. Bisogna fare questo passo in avanti. L'anno prossimo sarà sicuramente migliore, ora bisogna pensare a quello che si deve fare adesso".

152 CONDIVISIONI
Di Maria-Vlahovic, Allegri parte forte e si gode la nuova Juventus: battuto 3-0 il Sassuolo
Di Maria-Vlahovic, Allegri parte forte e si gode la nuova Juventus: battuto 3-0 il Sassuolo
McKennie vs Vlahovic vs Allegri: corner kick challenge️ in casa Juventus
McKennie vs Vlahovic vs Allegri: corner kick challenge️ in casa Juventus
11.470 di LoManc
La Juve si sgretola falcidiata dagli infortuni: quello di Allegri sarà un piano B inevitabile
La Juve si sgretola falcidiata dagli infortuni: quello di Allegri sarà un piano B inevitabile
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni