Russell Westbrook, stella degli Houston Rockets ha annunciato sui social di essere positivo al Covid. Il campione di basket americano è finito in quarantena, non avendo ancora raggiunto i compagni che si stanno preparando per il ritorno sul parquet e la ripresa del campionato Nba che si terrà a Orlando. Filtra preoccupazione nei vertici della principale lega di basket a stelle e strisce a pochi giorni dalla riapertura dei battenti che al momento non è a rischio.

Russell Westbrook degli Houston Rockets positivo al Covid, l'annuncio sui social della stella Nba

Ci ha pensato lo stesso Westbrook a comunicare a tutti l'esito positivo del tampone a cui si è sottoposto nelle scorse ore: "Sono risultato positivo al Covid 19 prima della partenza con la mia squadra per Orlando. Attualmente mi sento bene, mi sono messo in quarantena e non vedo l'ora di raggiungere i miei compagni di squadra quando sarò autorizzato. Grazie a tutti per gli auguri e il supporto continuo. Per favore prendete sul serio questo virus e state attenti".

Il cestista statunitense degli Houston Rockets dunque non è partito con il seguito della squadra in direzione Orlando, dove si terrà la fase finale nella Nba in sede unica. Tutte le compagini dopo i test a tappeto vivranno dunque fino a fine mese nella "bolla" dell'Espn Wide World of Sports di Orlando all'interno del Walt Disney World Resort in modo da non avere contatti con l'esterno e ridurre al massimo il rischio di eventuali contagi. Per ora la situazione dunque è sotto controllo anche se filtra un po' di preoccupazione in vista di positività nei prossimi giorni, con i giocatori già ad Orlando. In questo caso il rischio di uno stop anticipato del torneo non è da escludere, come anticipato nell'ultima intervista dal commissioner della Nba Adam Silver: "In caso di buco nella nostra bolla, sarebbe preoccupante e potremmo chiudere tutto".