7 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Tyson spiega come è ridotto il suo fisico: “Ho dolori per tutto il corpo”. Tra 2 mesi c’è Jake Paul

Il 20 luglio The Baddest Man on the Planet affronterà in combattimento lo Youtuber, di quasi 30 anni più giovane. Prima ancora che contro Paul, Iron Mike sta lottando contro se stesso e gli effetti dei duri allenamenti.
A cura di Maurizio De Santis
7 CONDIVISIONI
Immagine

Come sta Mike Tyson? L'ex campione dei pesi massimi è davvero in condizione di affrontare un combattimento sulla distanza di 8 round? E soprattutto ce la farà a incrociare i guantoni con un avversario, Jake Paul, di 30 anni più giovane? Sono alcuni degli interrogativi legati al ritorno sul ring di The Baddest Man on the Planet: il 20 luglio è la data spartiacque, o resta in piedi e vince oppure… oppure non è alternativa che c'è nel suo vocabolario di pugile che dal quadrato scenderà a testa alta, fiero di averne riassaporato l'atmosfera sul serio, nonostante gli acciacchi del tempo e di una vita spericolata ne abbiano messo a dura prova la resistenza.

Kid Dynamite sa bene che questa volta non infilerà i guantoni per un'esibizione ma sarà un incontro vero. Almeno sulla carta è così anche se non mancano speculazioni sulla possibilità che in realtà l'evento sia solo una grande trovata pubblicitaria e che, sotto sotto, qualcosa di combinato c'è. Fosse solo per i rischi che corre Iron Mike, 58enne e con problemi di salute pregressi da cui non è guarito del tutto, sono in molti a credere che una forma di accordo magari è prevista, sia pure a scopo precauzionale.

La preparazione di Tyson finora è stata molto intensa. "Pronto o no, io arrivo", ha scritto a corredo di un video in cui s'è mostrato furente nello scambio di pugni con lo sparring partner. Per togliere un po' di ruggine dal suo fisico, e provare a restituirgli quella vigoria esplosiva grazie alla sua abilità e alla sua potenza, s'è sottoposto a un regime di allenamenti specifico per curare la testa e i muscoli, sfruttare al meglio esperienza e capacità tecniche perché i riflessi lassù, quando suona il gong, non sono più quelli di un tempo.

Immagine

E quanto possa essere duro sostenere ritmi del genere è raccontato dallo stesso pugile che, senza troppi giri di parole, risponde così alla più classica domanda: come ti senti? "In questo momento mi sento a pezzi. Ho un po' di dolori, mi fa male tutto", una frase che spiega bene quali sono gli effetti dell'inattività sulla resistenza allo sforzo. Ma c'è dell'altro che rende tutto più difficile e mette a dura prova anche la forza di volontà ferrea dell'ex boxeur: due anni fa destò impressione la foto che lo immortalò appoggiato a un bastone. Tutta colpa della sciatica "che ogni tanto si manifesta e il dolore è così forte che nemmeno riesco a parlare".

Prima ancora che contro Paul, Iron Mike sta combattendo contro se stesso e il ricordo del pugile devastante in carriera. Si aiuta anche seguendo quella che è stata giudicata una dieta pericolosa. "Mangio carne cruda" ha rivelato, un'abitudine alimentare che se da un lato gli garantisce un apporto calorico maggiore dall'altro costituisce un fattore negativo a causa di batteri e agenti patogeni che possono provocare infezioni anche gravi.

A Tyson non importa, in testa ha solo l'incontro che lo vedrà protagonista sul ring dell'AT&T Stadium di Arlington, in Texas. Vincere o morire, non esiste via di mezzo. "Mi piace molto Jake, siamo anche amici ma lassù (sul quadrato, ndr) non lo saremo affatto e dovrà combattere come se la sua vita fosse in gioco… perché contro di me è così".

7 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views