Sono splendide giornate queste per l'atletica italiana. Pochi giorni fa Larissa Iapichino, figlia di Gianni e di Fiona May, ha realizzato uno strepitoso 6.91 nel salto in lungo, che le è valso il nuovo primato del mondo Under 20, mentre ora ad Ancona Gianmarco Tamberi ha realizzato il record mondiale stagionale nel salto in alto, toccando i 2,35. Un'ottima notizia questa che arriva nell'anno olimpico che fa ben sperare tutto il movimento.

Miglior prestazione 2021 nel salto in alto di Gimbo Tamberi

Tamberi ad Ancona nei campionati italiani assoluti indoor è saltato 2,35. Una prestazione eccezionale, realizzata al primo tentativo, e che gli è valsa il titolo di campione italiano. L'atleta marchigiano pochi giorni fa in Polonia, a Torun, aveva toccato i 2,34 tornando su vette eccezionali, come quella che aveva raggiunto il 15 luglio 2016, una serata dolce ma poi amarissima. Perché Gimbo Tamberi realizzò il record italiano con il 2,39 ma pochi minuti dopo dopo si fratturò la caviglia sinistra che impedì di partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016, in programma poche settimane più tardi.

Tokyo 2020: l'obiettivo di Tamberi

Classe 1992, 29 anni li compirà il 1° giugno, Tamberi è uno degli esponenti migliori dell'atletica italiana. In carriera ha vinto un titolo Mondiale indoor e soprattutto una medaglia d'oro agli Europei. Nel 2016 dopo quel 2,39 sognava in grande, ma i Giochi Olimpici fu costretto a vederli da casa per colpa di un infortunio, ora si sta preparando nel migliore dei modi e spera di essere protagonista nell'edizione delle Olimpiadi di Tokyo 2020, che si terranno a luglio. I risultati degli ultimi giorni fanno ben sperare, perché mai dopo quel maledetto infortunio Tamberi era riuscito a tornare su alti livelli, lo scorso anno si classificò secondo negli assoluti indoor con un 2,20, oggi ha fatto meglio di quindici centimetri.