691 CONDIVISIONI
2 Dicembre 2021
11:23

“Non è una vittima scelta a caso”: Cazzaniga incastrato da un piano diabolico, ma non è l’unico

Chi è Valeria che ha impersonato la finta fidanzata di Roberto Cazzaniga? Ha agito da sola oppure con la complicità di qualcun altro? Ecco cosa c’è dietro il piano escogitato per mettere in atto il raggiro sentimentale.
A cura di Maurizio De Santis
691 CONDIVISIONI
Roberto Cazzaniga in compagnia dell’inviato i Le Iene parla al citofono con Valeria, la finta fidanzata
Roberto Cazzaniga in compagnia dell’inviato i Le Iene parla al citofono con Valeria, la finta fidanzata

Non è stata una vittima scelta a caso. E quasi sicuramente nemmeno l'unica. Lo schema escogitato per raggirare altre persone sole potrebbe essere definito "sistema Cazzaniga", in riferimento alla vicenda vissuta dal pallavolista che per 15 anni ha creduto di essere fidanzato con una donna dalle sembianze di Alessandra Ambrosio (la top model brasiliana), mai incontrata di persona e ascoltata solo al telefono in lunghe conversazioni. S'era invaghito fino a cascare nell'inganno come "una pera cotta", innamorato a tal punto da sborsare in quel lasso di tempo della relazione virtuale fino a 700 mila euro.

Tutto falso, mentre invece quella voce era vera, di una persona che esiste realmente e alla quale è risalita l'indagine condotta da Ismaele La Vardera di Le Iene. È stato lui ad accompagnare Roberto Cazzaniga a Cagliari dove vive Valeria, la 47enne che si celava dietro un'identità artefatta. Si faceva chiamare Maya e, approfittando della credulità della vittima, lo ha convinto a mettere mano al portafogli inventando perfino un ricovero in terapia intensiva e una fasulla operazione al cuore.

Lui credeva a tutto e come sia stato possibile è materia che attiene alla sfera emotiva, a uno stato psicologico che merita solo rispetto, conforto, aiuto e non giudizi sommari. S'era bevuto ogni cosa, come avviluppato da un potente sortilegio. Lui, come altre possibili vittime. Già, perché secondo una testimonianza raccolta dall'inviato ci sarebbe almeno un'altra persona finito nella trappola emotiva, sentimentale. "È successo anche a mio fratello", ha spiegato nel corso della trasmissione una donna che, emerso il caso Cazzaniga, ha raccontato la vicenda familiare.

La storia del pallavolista Roberto Cazzaniga: è caduto in una trappola sentimentale, in 15 anni ha sborsato 700 mila euro
La storia del pallavolista Roberto Cazzaniga: è caduto in una trappola sentimentale, in 15 anni ha sborsato 700 mila euro

Lo schema adottato era molto semplice ma la vittima non era "scelta da un elenco", non era scelta a caso (come emerso dal servizio) e il piano non era solo farina del suo sacco ("non l'ho architettato da sola", le parole raccolte dalla Iena). La donna, che ha negato di aver effettuato altri raggiri, avrebbe agito con la complicità di un'altra persona, un'amica comune, una conoscente che fece da tramite nella maniera più comune. "C'è un'amica che ti vuole conoscere" è la classica frase utilizzata, il resto – a preda in trappola – è uno strano intreccio di messaggi e chiacchierate a corredo di una storia personale costruita su silenzi troppo duri da raccontare. "Mio fratello è sconvolto e molto provato, stiamo solo cercando di proteggerlo", ha spiegato Danilo.

Un'indagine e accertamenti sui bonifici fatti da Cazzaniga sono il primo passo di un eventuale filone giudiziario nei confronti di Valeria che, come chiarito dai suoi avvocati al Corriere della Sera, "non ha ricevuta alcuna convocazione da una Procura". Se la macchina giudiziaria ancora non si è messa in moto, quella della solidarietà è partita contestualmente alla diffusione della notizia. La rete di protezione intorno al giocatore ha prodotto una raccolta fondi per aiutarlo almeno a pagare i debiti che s'era fatto fino a svenarsi a causa di quella relazione truffaldina. Amici, parenti, ex compagni di squadra hanno partecipato alla campagna di donazione a suo nome. Perché c'è ancora chi ha un cuore vero.

691 CONDIVISIONI
Caso Cazzaniga, spunta un'altra verità: "Valeria è tumulata a casa, ne vedremo delle belle"
Caso Cazzaniga, spunta un'altra verità: "Valeria è tumulata a casa, ne vedremo delle belle"
Osimhen guarito dal Covid diventa un caso in Nigeria: "Piano studiato col Napoli"
Osimhen guarito dal Covid diventa un caso in Nigeria: "Piano studiato col Napoli"
L'infernale spogliatoio ospiti del Chelsea: trucchi e ostacoli, ideato per annientare gli avversari
L'infernale spogliatoio ospiti del Chelsea: trucchi e ostacoli, ideato per annientare gli avversari
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni