1.595 CONDIVISIONI
2 Ottobre 2017
20:09

Mostruoso Alex Zanardi: è il primo paratleta a scendere sotto le 9 ore nell’Ironman

A Barcellona il 50enne campione olimpico di Rio 2016, compie l’ennesima impresa: ferma i cronometri della gara (tre discipline nuoto, ciclismo e corsa) con un tempo da record: 8 ore 48 minuti e 58 secondi per i 3.8 km di nuoto, i 180 in bici e la maratona.
A cura di Biagio Chiariello
1.595 CONDIVISIONI

Alex Zanardi è davvero un uomo d'acciaio. Le difficoltà non l’hanno mai abbattuto e, tra record e medaglie, anche a 50 anni suonati riesce a battere i suoi limiti. Stavolta è riuscito nell'impresa di abbattere il muro delle nove ore nell'Ironman, stabilendo il nuovo record del mondo in questa disciplina. A Barcellona, mentre si votava per l'indipendenza della Catalogna, ha tagliato il traguardo col tempo di 8 ore 48’ 58’’. Alla competizione hanno partecipato 102 italiani. Il percorso prevedeva 3,86 km a nuoto, una prova di ciclismo di 180,2 km e una parte finale di corsa sulla distanza di una maratona completa (42.195 km). Zanardi ha utilizzato il suo handbike per la prova di ciclismo e la corsa con sedia a rotelle olimpica. Una nuova grande affermazione che consacra il campione olimpico di Rio 2016 tra i più grandi atleti italiani di sempre.

“Sapevo che tecnicamente potevo valere meno di nove ore, sono riuscito a mantenere l'impegno che avevo preso con me stesso. E ne sono orgoglioso, la gara è stata drammatica, soprattutto il tratto di maratona corsa nella ghiaia, una fatica impressionante. Tutto bellissimo. Ma…” ha detto Zanardi intervistato da Repubblica. Il 50enne paratleta trapiantato nel primo weekend di settembre aveva conquistato due ori e un argento ai Mondiali di ciclismo in Sudafrica. Ora è arrivato il record a Barcellona nell’Ironman, ma Zanardi è uno che non si accontenta: “Il progetto è finito, non c'è più, è il momento di guardare avanti" dice senza fronzoli. E annuncia: “Parteciperò ad altre competizioni nel triathlon entro la fine del 2017, poi c'è da pianificare la stagione 2018, sempre nel triathlon. Ma alla Bmw sono convinti che sia ancora in grado di andare forte anche al volante, ci sono valutazioni in corso ma dovrei tornare a guidare una GT. Ho ancora i brividi quando mi metto alla guida, meno di un anno fa ero primo nel campionato italiano al Mugello. Dovrei ancora sapere come si fa…".

1.595 CONDIVISIONI
Il Qatar non vuole fermarsi ai Mondiali: ora punta a ospitare anche le Olimpiadi 2036
Il Qatar non vuole fermarsi ai Mondiali: ora punta a ospitare anche le Olimpiadi 2036
La storia di ordinario razzismo di Rebecca Pavan:
La storia di ordinario razzismo di Rebecca Pavan: "Mi hanno chiesto il biglietto perché ho la pelle nera"
Distrutta la casa della scalatrice Elnaz Rekabi, spunta un video agghiacciante: medaglie tra le macerie
Distrutta la casa della scalatrice Elnaz Rekabi, spunta un video agghiacciante: medaglie tra le macerie
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni