858 CONDIVISIONI
4 Giugno 2022
21:08

Estasi Pro Recco, vince la decima Champions e centra il Triplete: battuto ai rigori il Novi Beograd

La Pro Recco ha vinto la decima Champions League della sua storia battendo ai rigori 17-16 il Novi Beograd, centrando il Triplete dopo la Coppa Italia e lo Scudetto.
A cura di Vito Lamorte
858 CONDIVISIONI

La Pro Recco ha vinto la decima Champions League della sua storia battendo ai rigori 17-16 il Novi Beograd dopo una gara tiratissima. Super prestazione da parte dei ragazzi di Sandro Sukno, che non hanno mai perso la concentrazione e sono sempre stati connessi all'interno del match: serbi quasi sempre avanti nel punteggio nell'arco delle quattro riprese e quando tutto sembrava finito è stato Zalanki, a 12" dalla fine, a prolunga la sfida ai tiri da rigore.

Dopo la traversa di Jaksic, a segno sei volte durante il match e il migliore di tutti in acqua, è stato lo stesso ungherese a firmare il gol decisivo e a scatenare la festa per la squadra di Maurizio Felugo. I liguri si confermano i più forti della Champions League per il secondo anno di seguito, centrando anche un Triplete davvero formidabile dopo aver vinto la Coppa Italia e lo Scudetto. A dicembre hanno vinto anche la Supercoppa Europea, che però si riferisce alla stagione precedente.

Va ricordato che era stata anche l'ultima squadra a vincere due Champions di fila (2007-2008): in precedenza avevano centrato l'impresa Partizan (1966 e 1967, 1975 e 1976), Mladost (tre volte dal 1968 al 1970, poi nel 1990 e 1991), Spandau (1986 e 1987), Jadran Spalato (1992 e 1993) e Posillipo (1997 e 1998, unica finale italiana, col Pescara).

Pietro Figlioli ha vinto la sua sesta Champions League, impresa che era riuscita solo a Djordje Perisic (con il Partizan tra il 1964 e il 1976 ) e all'attuale presidente Maurizio Felugo (tra il 2005 e il 2015 i con Posillipo e gli altri con Pro Recco).

Il roster di Pro Recco-Novi Beograd

Pro Recco: Marco Del Lungo, Tommaso Negri, Zeno Bertoli, Nicholas Presciutti, Aleksandar Ivovic, Francesco Di Fulvio, Alessandro Velotto, Gergo Zalanki, Pietro Figlioli, Aaron Younger, Gonzalo Oscar Echenique, Giacomo Cannella, Luka Loncar, Matteo Aicardi, Ben Hallock.

Novi Beograd: Gojko Pijetlovic, Strahinja Rasovic, Dusan Mandic, Vasilije Martinovic, Djordje Vucinic, Dusko Pijetlovic, Drasko Gogov, Nikola Jaksic, Miroslav Perkovic, Angelos Vlachopoulos, Radomir Drasovic, Viktor Rasovic, Joao Pedro Coimbra Serra.

858 CONDIVISIONI
Tamberi dopo la delusione ai Mondiali non si pone limiti:
Tamberi dopo la delusione ai Mondiali non si pone limiti: "Se in queste condizioni sono quarto..."
"Ora gli faccio lo scherzo della bomba": allenatore arrestato, aeroporto evacuato
Elena Vallortigara è bronzo nel salto in alto: prima medaglia dell'Italia ai Mondiali di atletica
Elena Vallortigara è bronzo nel salto in alto: prima medaglia dell'Italia ai Mondiali di atletica
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni