7.349 CONDIVISIONI
Olimpiadi Tokyo 2020
29 Luglio 2021
8:32

Cesarini e Rodini, oro e dedica speciale a Filippo Mondelli: “Pippo è con noi sul podio”

Federica Cesarini e Valentina Rodini hanno conquistato la medaglia d’oro alle Olimpiadi nel doppio pesi leggeri. Sul podio più alto dei Giochi di Tokyo sorridono, piangono per la gioia, si abbracciano e fanno una dedica speciale: “Filippo era un nostro compagno, siamo cresciuti insieme. Lui adesso non c’è più ma questa vittoria è anche sua e per la sua famiglia”.
A cura di Maurizio De Santis
7.349 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

"Pippo è qui con noi, sul gradino più alto del podio". Pippo è Filippo Mondelli, il canottiere del 4 di coppia morto il 29 aprile scorso a 26 anni per un tumore. Sognava di essere a Tokyo, la gravissima malattia ha tolto tutto al ragazzo campione del mondo ma non ne ha cancellato il ricordo. Non lo hanno dimenticato Federica Cesarini e Valentina Rodini. Si abbracciano, sorridono, piangono di gioia e per l'emozione, stringono la medaglia in mano e la baciano, fanno un salto per l'euforia e poi si calano di nuovo nell'armo per la foto di rito.

È un momento bellissimo per le atlete che hanno conquistato la medaglia d'oro alle Olimpiadi nel doppio pesi leggeri. Una vittoria storica, la prima a 21 anni di distanza da Sydney 2000 (quando a trionfare fu il 4 di coppia maschile con Agostino Abbagnale) e soprattutto un successo che scaccia l'ansia per un filotto di podi agrodolci. "Ieri non ci erano riusciti i nostri compagni del 4 di coppia (costretti ad accontentarsi del bronzo nella finale avvelenata con gli inglesi, ndr), oggi invece – ha ammesso Cesarini – abbiamo portato Pippo con noi sul gradino più alto del podio. Era un nostro compagno, siamo cresciuti insieme. Lui adesso non c’è più ma questa vittoria è anche sua e per la sua famiglia".

L'una, Federica, di Cittiglio (Varese). L'altra, Valentina, di Cremona. Sono loro le protagoniste che hanno scandito la notte italiana ai Giochi in Giappone. E il Sol Levante s'è colorato d'azzurro. Il successo è arrivato al termine di una gara estenuante, combattuta, caratterizzata da ritmi altissimi, condotta muso a muso, fino alle vogate decisive nell'ultima frazione che hanno lasciato la Francia al secondo posto (staccata di 14 centesimi) e il gradino più basso del podio all'Olanda (dietro di 27 centesimi).

Oro meritato, a coronamento di una stagione incredibile. "Abbiamo vinto l’Europeo a Varese e subito dopo Valentina si è rotta la costola – ha aggiunto Federica -. Siamo state ferme un mese e mezzo e qui ci siamo dette: vediamo in batteria come siamo messe…". Ed erano messe benissimo. Standing ovation per tutto: forza, tecnica, sensibilità.

7.349 CONDIVISIONI
466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni