4.497 CONDIVISIONI
Olimpiadi Tokyo 2020
2 Agosto 2021
16:43

Cade all’inizio dell’ultimo giro, si rialza e va vincere: l’incredibile vittoria di Hassan

Giornata memorabile per Sifan Hassan. La campionessa olandese ha vinto la medaglia d’oro nei 5.000 metri alle Olimpiadi di Tokyo. Dodici ore prima, aveva trionfato nella sua batteria dei 1.500 metri, nonostante una caduta all’ultimo giro, che l’ha costretta a ripartire dal fondo. Hassan ha superato tutte le sue rivali, qualificandosi alle semifinali. Ora andrà a caccia dell’oro sia in questa specialità sia nei 10.000 metri.
A cura di Valerio Albertini
4.497 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Le Olimpiadi sanno regalare storie incredibili, frutto di prestazioni atletiche al limite dell'impossibile. Una di queste porta senza ombra di dubbio il nome di Sifan Hassan, fresca vincitrice della gara dei 5.000 metri, grazie a uno sprint finale all'ultima curva con cui si è staccata dal resto del gruppo, di cui faceva parte anche la nostra Nadia Battocletti, che ha concluso la gara al settimo posto.

Sifan Hassan, atleta olandese originaria dell'Etiopia, però, non ha intenzione di fermarsi qui. La campionessa, infatti, è partita per Tokyo con l'obiettivo di vincere anche i 1.500 e i 10.000 metri e parteciperà a ben sei gare in nove giorni. Finora, ne ha già disputate tre, portando a casa un oro nei 5.000 e la qualificazione alle semifinali nei 1.500.

Incredibilmente, inoltre, Hassan è riuscita a partecipare a due gare a distanza di sole dodici ore. Alle 2:35 italiane di stanotte, infatti, ha vinto la sua batteria nei 1.500 metri, qualificandosi alle semifinali, mentre alle 14:40 ha conquistato l'oro nei 5.000. Si tratta di un'impresa non di poco conto, che assume contorni quasi leggendari se si pensa al modo in cui ha trionfato nella prima delle due corse portate a termine oggi.

L'incredibile vittoria dopo la caduta nei 1.500 metri

Nei 1.500 metri, infatti, partiva con i favori del pronostico, ma la sua gara, in maniera imprevedibile, si è messa totalmente in salita quando, all'inizio dell'ultimo giro, l'atleta che la precedeva è inciampata, causando l'inevitabile caduta anche per Hassan. La campionessa olandese, però, si è rialzata immediatamente e con uno scatto incredibile è riuscita prima a recuperare e poi a superare tutte le sue avversarie, raggiungendo il gruppo di testa formato da cinque atlete e tagliando nettamente per prima il traguardo. Sifan Hassan ha chiuso la gara con il tempo di 4'05″17, senza farsi condizionare minimamente dall'impatto con il suolo che avrebbe potuto comportare la fine della sua gara.

Poi, non soddisfatta, ha recuperato le forze e ha vinto la finale dei 5.000 metri solo dodici ore più tardi. Ora, mercoledì 4 agosto sarà attesa dalle semifinali nei 1.500, mentre il 6 è prevista l'eventuale finale. Il giorno dopo, il 7 agosto, tenterà l'en plein con la vittoria nei 10.000 metri ma, anche se non dovesse riuscire nell'impresa, Sifan Hassan è entrata già di diritto nella storia delle Olimpiadi di Tokyo.

4.497 CONDIVISIONI
467 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni